I 5 dischi più venduti nella storia della musica

Nell’era della musica liquida, dello streaming e delle collezioni di canzoni ha ancora senso parlare di dischi? Noi crediamo di sì. Oggi si vendono sempre meno copie ma alcuni album continuano a riscuotere un enorme successo. Il motivo? Quello di aver cambiato la vita delle persone e di essere a loro modo vere e proprie opere d’arte. Ecco quindi la classifica dei 5 dischi più venduti nella storia della musica.

Il podio

Da anni guida la classifica e nessuno riesce a scalzarlo. Stiamo parlando di “Thriller”, sesto lavoro in studio di Michael Jackson. Un capolavoro del 1986 che contiene singoli come Beat It e Billie Jean.

Al momento di scrivere ha venduto 66 milioni di copie.

Piazza d’onore per l’hard rock degli AC/DC, secondi con il loro “Back in Black”. Il disco è arrivato nei negozi  nel luglio del 1980 e da quel momento ha venduto 52 milioni di copie. Il gruppo dedicò il lavoro al precedente cantante Bon Scott, scomparso da pochi mesi.

Terzo gradino del podio per il concept album per eccellenza: “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd. Per registrarlo nel 1973 il gruppo utilizzò tecniche all’avanguardia, registratori multi-traccia e sintetizzatori analogici. Iconica anche la copertina col prisma nero e i colori dell’arcobaleno. 50 milioni di copie vendute.

I 5 dischi più venduti nella storia della musica: Meat Loaf e i Backstreet Boys

Al quarto e quinto posto di questa speciale classifica troviamo due sorprese: “Bat out of Hell” di Meat Loaf e “Millennium” dei Backstreet Boys del 1999. Il primo è un disco hard rock del 1977 che spazia tra i territori del rock con incursioni nella musica classica di Wagner. Un mix unico capace di collezionare 43 milioni di copie. Il secondo è l’album più importante della boyband statunitense e ha venduto più di un milione dei 40 milioni complessivi nella prima settimana dal lancio ufficiale.

Consigliati per te