I 5 cibi miracolosi che aiutano ad alleviare il mal di testa e a tenere sano e giovane il cervello

Dire “avere mal di testa” può essere un’espressione talmente generica da non rendere ragione della complessità di un disturbo di tale portata. Stati patologici simili sono alla base di numerose e differenti cause. Non è un caso che si parli di emicrania, cefalea, dolori facciali di vario grado e intensità. In alcuni casi, l’alimentazione può rappresentare un vero e proprio toccasana per attenuare una simile acuzie. Ecco perché diventa utile conoscere i 5 cibi miracolosi che aiutano ad alleviare il mal di testa e a tenere sano e giovane il cervello.

Un problema comune che affligge milioni di persone ogni anno

Ogni anno solo in Italia almeno 26 milioni di persone dichiarano di soffrire di mal di testa. Un dato piuttosto allarmante se si pensa a quanto spesso diventi invalidante tale condizione. In questi casi, la consulenza di un medico o specialista rappresentano tappe imprescindibile per la cura di nevralgie o problemi. Tuttavia, un buon lavoro di prevenzione può cominciare già da quello che si mette in tavola. A tal proposito, abbiamo approfondito il tema nell’articolo: “Sono questi i 5 peggiori cibi che danneggiano il cervello e lo mandano in tilt secondo la scienza”.

Come favorire il benessere psicofisico a partire da quello che si mette nel piatto

Una delle cause che alla base di dolori intensi potrebbe risiedere in una carenza di magnesio o di Vitamina B6 nell’organismo. In questo caso, un modo per prevenire tali carenze potrebbe richiedere di inserire nella propria dieta delle mandorle e delle banane. Le prime sono fonte naturale di magnesio, le seconde contengono anche la Vitamina B6, importantissima per il trasporto di ossigeno in tutti i tessuti. Da non dimenticare, che numerosi studi scientifici hanno evidenziato l’importante effetto benefico che hanno le mandorle su molte funzioni cerebrali.

Tra i 5 cibi miracolosi che aiutano ad alleviare il mal di testa e a tenere sano e giovane il cervello troviamo anche l’anguria. A breve sarà regina delle tavole estive e rinfrescherà persino le giornate più calde. Sebbene l’anguria possa sembrare un frutto semplice, in realtà cela numerosissime proprietà. Questo frutto può tornare utile quando la causa del mal di testa è la disidratazione. Un cervello disidratato funziona male come un corpo disidratato. Dal momento nell’anguria è presente una considerevole quantità di acqua, essa potrebbe essere un’ottima alleata per la prevenzione di fenomeni simili.

L’importanza degli Omega-3

Il quarto cibo da inserire nella propria alimentazione per ridurre il mal di testa sono i semi di lino. Questi piccoli semini marroni sono ricchissimi di Omega-3. Questi importantissimi nutrienti contribuiscono a rallentare l’invecchiamento neuronale. Inoltre limitano la riduzione del volume del cervello con immediati effetti sulla memoria e le capacità cognitive. Gli Omega-3, inoltre, possiedono notevoli proprietà antinfiammatorie. Via libera dunque ai semi di lino nella dieta. Per favorire un migliore assorbimento è consigliabile macinarli prima del consumo.

Ultimo, non certo per importanza, arriva lo zenzero. Questa radice ormai molto conosciuta ed utilizzata in cucina, può favorire uno stato di benessere psicofisico. Le sue proprietà lo rendono un naturale antidolorifico e un potente antinfiammatorio naturale. Ecco perché avere l’abitudine di bere tisane allo zenzero potrebbe giovare alla salute. Ecco i 5 cibi miracolosi che aiutano ad alleviare il mal di testa e a tenere sano e giovane il cervello.

Approfondimento

Le 3 strategie per ossigenare il cervello e conservare una mente sana e forte

Consigliati per te