I 4 passaggi fondamentali per lavare, igienizzare e preservare le stoviglie in legno più 2 raccomandazioni

La cucina in Italia è il fulcro della casa. In un ambiente spesso molto piccolo si accumulano decine di oggetti tutti di materiali diversi. Si va dalla plastica, alla ceramica, al vetro, al marmo dei piani. Ogni materiale richiede attenzioni e prodotti diversi. Ma mentre alcuni hanno una gestione piuttosto elementare, ce ne sono altri che richiedono cure aggiuntive e particolari. Tra questi si trovano le stoviglie in legno.

Tanto amati e pratici, gli utensili in questo materiale necessitano di una pulizia corretta, con procedimenti che ne rispettino le loro peculiarità così da evitare il proliferare di germi e batteri.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco, dunque, i 4 passaggi fondamentali per lavare, igienizzare e preservare le stoviglie in legno e due raccomandazioni.

La prima cosa da tenere presente è che non si dovrebbero utilizzare posate e taglieri troppo datati. Il legno è un materiale vivo ma soprattutto poroso, questa sua caratteristica si accentua nel tempo aumentando il rischio di contaminazioni.

La seconda importante raccomandazione riguarda la pulizia: è bene impiegare solo metodi naturali. Proprio a causa della sua porosità, infatti, il legno potrebbe assorbire le sostanze chimiche utilizzate per lavare contaminando così il cibo.

La pulizia quotidiana

Ogni giorno, dopo l’utilizzo si devono lavare mestoli, cucchiai e taglieri con acqua calda e sapone di Marsiglia. Si può poi procedere al risciacquo con acqua tiepida. Per evitare che si creino muffe si deve fare particolare attenzione all’asciugatura.

La pulizia approfondita

Almeno una volta a settimana è bene procedere con una pulizia profonda. Le stoviglie in legno vanno immerse in acqua calda con due cucchiai di bicarbonato di sodio e uno di aceto bianco. A questo punto si devono lasciare i vari strumenti in ammollo per 10 minuti. Al termine si procede con il risciacquo e l’asciugatura con un panno di cotone e poi all’aria aperta.

L’igienizzazione

Per la sanificazione si può procedere in un modo ancora più semplice. Sarà infatti sufficiente mettere dell’aceto bianco in uno spruzzino per poi vaporizzarlo direttamente sulle stoviglie. Dopo 15 minuti, si potranno sciacquare con acqua tiepida e poi asciugare.

La lucidatura

Passando dell’olio di semi di lino sugli utensili in legno sarà invece possibile ottenere una perfetta lucidatura che renderà questi strumenti sempre più resistenti e duraturi. Questa procedura può essere ripetuta ogni due mesi.

Ecco, dunque, i 4 passaggi fondamentali per lavare, igienizzare e preservare le stoviglie in legno più 2 raccomandazioni.

Consigliati per te