Ha un ottimo sapore, cresce facilmente, eppure in pochi la utilizzano

Dire che non è molto utilizzata forse è sbagliato. Nel Lazio è usatissima. Tuttavia, nel resto d’Italia il suo utilizzo non è così diffuso e neppure la sua coltivazione. Strano però, perché ha un ottimo sapore, cresce facilmente, eppure in pochi la utilizzano.

La ruchetta selvatica

Questa pianta cresce spontaneamente in tutta la penisola italiana. Essendo una pianta erbacea perenne, le sue foglie si possono raccogliere tutto l’anno. Tuttavia, occorre avere qualche accortezza. Siccome cresce un pò ovunque, bisogna evitare di raccoglierla in luoghi molto esposti al passaggio delle automobili.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Riconoscerla non è difficile, basta visitare qualche sito specializzato, oppure farsi insegnare da chi già la conosce. Prima di consumarla, però, si deve essere sicuri. Quindi sempre meglio andare a raccoglierla, la prima volta, con un esperto. La ruchetta si può anche coltivare molto facilmente, in un bel vaso da giardino.

In cucina

Si consuma prevalentemente come insalata. Tuttavia i suoi usi sono molteplici.

Cruda, ci si può fare un pesto eccellente e usare come erba aromatica per condire la carne alla griglia. Cotta, ci si può fare un ottimo sughetto con i pomodorini, per la pasta, oppure farla bollire e farci della saporitissime crocchette con il pecorino. Una vera prelibatezza alla portata di tutti.

Per il benessere

La ruchetta è ricchissima di vitamina C e vitamina B9, contiene molti minerali e antiossidanti ed ha poche calorie. Perciò è molto consigliata nelle diete dimagranti.

Per goderne a pieno gli effetti, si consiglia di raccoglierla dalla primavera all’autunno e consumarla cruda.
Dato il suo ottimo sapore, un pò piccante, la ruchetta viene consumata principalmente nei pasti.

Dunque ecco qual è la pianta che ha un ottimo sapore, cresce facilmente, eppure in pochi la utilizzano. Potrebbe essere un’ottima idea coltivarla nel proprio giardino, così se ne potrebbe fare un uso costante. Inoltre, essendo un’erba spontanea, non richiede particolari attenzioni. Una vera e propria delizia a portata di mano.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te