Guadagnare sui mercati americani. Ecco cosa fare

Esistono molti modi per trarre profitto dagli investimenti. Vediamo quali sono quelli per guadagnare sui mercati americani. La maggior parte dei traders concorda su un fatto: guadagnare in Borsa richiede studio, perseveranza e una buona dose di self control. Oltre a ciò va presa in seria considerazione l’idea di attuare strategie mirate di investimento.

Le migliori strategie di investimento: la lezione di Warren Buffett

Quali azioni comprare al momento a Wall Street? Quali sono i titoli azionari che permettono di guadagnare con costanza? I professionisti del settore non hanno dubbi a riguardo e sono concordi tutti sull’utilizzo di una strategia chiamata asset allocation. Tramite questo approccio è possibile mantenere nel proprio portafoglio di investimenti sia azioni dal profitto quasi immediato, sia titoli da mantenere per sempre. E quando diciamo “mantenere per sempre” ecco che viene subito in mente subito il miliardario Warren Buffett, detto l’oracolo di Omaha.

Azioni da mantenere per sempre?

Parlando di Warren Buffett, su cui non faremo digressioni, esistono dei capisaldi delle sue strategie di investimento che dovrebbero essere tenute bene in mente. Capisaldi che sono conseguenza delle lezioni di di Benjamin Graham, a cui Buffett ammette di dover molto. Sostanzialmente, secondo Buffett, esistono alcuni principi fondamentali a cui attenersi: analisi dei titoli nel long term che permettono di proteggersi dalle perdite e abbandono di quelle strategie superflue che mirano solo a profitti immediati. In poche parole Buffett punta l’attenzione sull’ottica di lungo periodo.

Asset allocation intelligente: come guadagnare sui mercati americani

Tutto bene fin qui sulla strategia long term, ma esistono anche delle estensioni a quanto detto. Nel proprio portafoglio di investimenti non è detto che debbano essere esclusi i titoli speculativi con ottica short term.

Piuttosto il problema è come farlo.

L’asset allocation di cui abbiamo spesso parlato gioca un ruolo fondamentale in tal senso, poiché permette di valutare molte tipologie di azioni, assegnando ad esse un peso specifico in proporzione al totale da investire. Per questo motivo l’ideale sarebbe avere da una parte ETF, REIT o titoli Big Caps solidi per un’ottica long term alla Buffett e dall’altra Penny Stocks o speculativi con alta volatilità per l’ottica short term.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.