Grazie ai titoli in corsa di questo settore Piazza Affari può mettere il turbo

Ieri in Borsa è stata la giornata dei record. Piazza Affari ha segnato il massimo dell’anno che ha coinciso col valore più alto degli ultimi 13 anni. Il record della Borsa di Milano non è stato l’unico segnato nella seduta di ieri.

Exor è stato il migliore titolo per performance tra le 40 blue chip del listino. Exor è una holding controllata dagli Agnelli ed è considerata la cassaforte di famiglia. Ieri il titolo ha realizzato un guadagno del 5,8%. Un’indiscrezione di stampa ha lanciato in orbita i prezzi, ovvero la possibile cessione da parte di Exor della società PartnerRe. Grazie a questi rumors le azioni ieri sono schizzate a 79,4 euro, che rappresenta il massimo storico.

“HYCM”/
“HYCM”/

Un altro titolo legato alla famiglia Agnelli e all’ex gruppo Fiat, ieri ha realizzato un nuovo record. Ferrari ha chiuso a 199,5 euro. Mai l’azione si era spinta così in alto in passato. Adesso per il titolo potrebbe iniziare una nuova fase rialzista. Se i prezzi supereranno i 200 euro, avranno come primo target quota 210 euro. L’attuale fase rialzista troverebbe uno stop solamente se i prezzi scendessero sotto la soglia dei 190 euro.

Grazie ai titoli in corsa di questo settore Piazza Affari può mettere il turbo

Osservando le migliori blue chips per performance nella seduta di ieri, salta agli occhi un elemento abbastanza evidente. Ieri in Piazza Affari tra i primi 5 titoli a larga capitalizzazione per performance, 4 appartengono al settore auto. Ferrari ieri ha guadagnato il 4,1%, Stellantis il 3,9%, Pirelli il 2,6%. Questo risultato non è una coincidenza. Gli acquisti sul settore auto sono stati favoriti da una particolare notizia diffusa la scorsa settimana.

Alcuni giorni fa Tesla ha diffuso i dati trimestrali, i migliori della sua storia. La società di autonoleggio Hertz ha annunciato che acquisterà 100.000 modelli Tesla. Il contratto tra Tesla ed Hertz vale 4,2 miliardi di dollari. La notizia ha fatto decollare i prezzi del titolo che a metà seduta guadagnava quasi il 10%, schizzando quasi a 1.050 dollari ad azione. I nostri Analisti avevano parlato di Tesla nell’articolo: “Mentre le Borse UE si consolidano su un titolo conosciutissimo piove una pioggia di acquisti”.

Grazie ai titoli in corsa di questo settore, Piazza Affari può mettere il turbo. La Borsa di Milano oggi parte dal record dell’anno e dal massimo degli ultimi 13 anni. La corsa al rialzo ha un primo ostacolo a 27.000 punti che è anche il target di oggi. I prezzi dell’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) potranno raggiungere i 27.000 punti se riusciranno a superare i 26.830 punti. Nell’ipotesi di un calo dei prezzi, solo la discesa sotto 26.400 punti, interromperà momentaneamente l’attuale fase ascendente.

Approfondimento
Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te