Grazie a questo facilissimo metodo il nostro mouse sarà pulito in men che non si dica

È uno degli oggetti più comuni nelle nostre case, uno dei più usati… e purtroppo uno dei più sporchi. Parliamo del mouse, vera e propria estensione della nostra mano quando navighiamo in rete. Prendercene cura ci garantirà un buon risparmio, allungandogli di molto la vita: grazie a questo facilissimo metodo il nostro mouse sarà pulito in men che non si dica.

Diamo per scontato che si tratti di un mouse ottico, vale a dire basato su un puntatore laser, il tipo più comune attualmente in uso. Praticamente nessuno usa più il vecchio modello, che controllava il movimento in modo meccanico, tramite una piccola sfera. E già che ci siamo, valutiamo l’idea di pulire anche la tastiera!

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Grazie a questo facilissimo metodo il nostro mouse sarà pulito in men che non si dica

Prima di tutto scolleghiamo il mouse, per evitare cortocircuiti e scariche elettriche che lo danneggerebbero. Per prima cosa ci occuperemo della parte esterna del mouse, su cui passeremo un panno in microfibra asciutto.

A questo punto ci dedicheremo alle fessure tra i tasti e tra le varie componenti del mouse. Lo faremo con uno stuzzicadenti o un pezzo di fil di ferro sottile, con cui rimuoveremo qualsiasi detrito.

Ora è il momento di pulire il sensore e il resto del mouse in modo più profondo. Imbeviamo il panno di prima nell’alcool isopropilico (nessun altro tipo di alcool va bene) senza esagerare, e passiamolo delicatissimamente sul sensore. Dopo passiamo a pulire, sempre con cura, tutto il resto del mouse.

A questo punto sarà sufficiente aspettare che l’alcool evapori. Possiamo approfittare di questo tempo per pulire per bene anche il tappetino, per fare in modo che il sensore del mouse non trovi ostacoli durante l’uso. Basterà anche in questo caso un panno in microfibra con un po’ d’acqua o un detergente apposito. Dovremo assicurarci che non ci sia nessun tipo di briciola o di residuo che possa finire nel mouse e danneggiarlo.

Una volta finito anche questo passaggio, ecco fatto: siamo pronti a collegare il mouse e tornare ad usarlo!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te