Presentazione del sistema Antigrid - Live Webinar - Iscriviti ora!

Governo Conte al capolinea? Effetti sui mercati

Il Governo Conte è al capolinea?

In un certo senso, l’articolo di oggi rappresenta la logica continuazione di quello di ieri, ma incentrato sulle vicende italiane, nell’ambito dei potenziali scenari di crisi.

Sin dai tempi della formazione del governo Conte avevo indicato quali potessero essere le prospettive italiane più probabili dal punto di vista macroeconomico e politico, a fronte del contratto di governo e delle politiche annunciate, e gli scontri attuali tra i due partners di governo ne rappresentano solo l’ennesima dimostrazione, unitamente ai dati economici.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

Ma, per dare maggior ordine alle mie analisi, ecco un piccolo indice dei temi trattati:

  • Governo Conte: le politiche economiche prospettate ed i rischi connessi. I dati confermano
  • Prospettive programmatiche conflittuali
  • Uso delle vicende giudiziarie a fini politici ed anomalie del caso Siri
  • Verso la resa dei conti finale? Ed i mercati?

Governo conte: politiche seguite e rischi connessi.

Uno dei principali motivi di sfiducia verso il nostro Paese è ormai da tempo il basso livello di crescita economica.

Essere passati da dati negativi nei mesi scorsi, ad un circa 0,2 per cento certo non è una soluzione.

Ma sin dall’inizio, come purtroppo temevo, le politiche prospettate da questo Governo puntavano più che altro su una scommessa: una particolare efficacia di effetti moltiplicatori di misure come reddito di cittadinanza e Flat Tax.

Abbiamo invece dovuto riscontrare che le misure inizialmente previste si sono realizzate solo in parte, probabilmente a seguito di mancanza di risorse sufficienti, ma anche l’effetto moltiplicatore pare non esserci stato.

Il che, evidentemente, ha contribuito a qualche tensione in termini soprattutto di spread sui mercati, e ha favorito una certa conflittualità politica.

Che le cose potessero non andare nel senso previsto era stato da parte mia previsto sin dall’inizio ed ora i dati confermano.

Se si trattasse di un consiglio di amministrazione di una società, potremmo dire che era stato presentato un budget, poi smentito dal successivo bilancio consuntivo.

Solo che nelle aziende, se effettivamente dei managers non sono in grado di raggiungere gli obiettivi, si dimettono.In politica talora, anzi spesso, si fa finta di niente.

Se il tema conduttore di questo articolo dovesse ricondurre ai motivi per cui molti investitori preferiscono evitare l’Italia, sicuramente questo atteggiamento vi rientrerebbe pienamente.

Governo Conte e prospettive programmatiche conflittuali

Ad aggravare una già precaria situazione legata a politiche economiche non in grado di conseguire gli obiettivi previsti, dobbiamo aggiungere una continua conflittualità.

Ai temi già esaminati se ne aggiungono altri, come il conflitto tra posizioni garantiste e giustizialiste (emblematico il caso Siri) ed ora anche le province.

Gli effetti sullo spread già si sono sperimentati.

Vicende giudiziarie e caso Siri.

Ma ora veniamo all’attualità politica.

Anche in questo caso, direi che le previsioni sono state centrate.

Il caso Siri vedeva un primo round dello scontro lega-5 stelle a favore della lega, visto che i pentastellati non erano riusciti a trovare il consenso alle dimissioni.

Ma, come dicevo ieri, tutto era solo rinviato, sino a che, nella stessa giornata di ieri, Conte ha esplicitato che intende formalizzare la richiesta di dimissioni nel prossimo consiglio dei ministri.

Ovviamente, ancora una volta, senza previo assenso della lega.

E’ quindi probabile che si sia prossimi al capolinea di questo esecutivo.

Non si tratta solo di un contrasto sullo specifico caso, ma di una diversa concezione su un tema fondamentale come la giustizia.

E che si tratti di tema fondamentale per attrarre o allontanare imprenditori ed investitori risulta chiaro.

In un paese che non sa prestare idonee garanzie giuridiche a chi vi opera, o alle aziende su cui si investe, è lecito prendere coscienza di certi rischi.

Come quelli che derivano da un imprenditore indagato, da un’azienda sotto inchiesta, cui consegue un blocco spesso molto lungo delle attività e poi il probabile fallimento.

In fondo, il caso Siri pare, a mio modesto avviso, emblematico di come l’Italia non possa considerarsi un paese garantista, se non a parole.

Molte le anomalie, molte le imprecisioni su questa vicenda, su cui purtroppo si riscontrano anche gli errori riportati da diversi media.

E’ quindi forse il caso di precisare come stanno le cose nel nostro ordinamento giuridico.

Governo Conte ed ordinamento giuridico

Intanto, sull’avviso di garanzia, ex comunicazione giudiziaria, secondo la terminologia del codice di procedura penale Rocco, dal nome del guardasigilli dell’epoca.

Governo Conte al capolinea? Effetti sui mercati ultima modifica: 2019-05-03T11:54:42+02:00 da Gian Piero Turletti

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.