Gli ziti estivi della nonna Vittoria 

ricetta, ziti

La ricetta degli ziti estivi della nonna Vittoria di cui parleremo oggi, nasce e perpetua il suo rito a Seiano.

Fin dall’epoca romana, Seiano è stata scelta come meta di soggiorno per il suo dolce clima, per l’aria salubre, per il verde delle colline e l’azzurro intenso del mare. In estate, la nonna Vittoria da Napoli si recava in villeggiatura a Seiano con tutta la sua famiglia. Nel periodo estivo l’orto produceva tra i vari ortaggi anche le melanzane.

Quando si preparava l’arrosto,  il sugo veniva appunto unito alle melanzane e al fiordilatte di Agerola per condire gli ziti estivi della nonna Vittoria.

Gli ingredienti per ½  kg di pasta

  • ½ kg di ziti di Gragnano;
  • 1 kg  di melanzane (a chi lo preferisce più carico anche 1kg e ½);
  • Sugo di arrosto (in alternativa 50 grammi di estratto di carne già pronto);
  • Olio extravergine d’oliva;
  • Sale;
  • Pepe nero;
  • 300 grammi di fiordilatte di Agerola;
  • Quattro o cinque foglie di basilico tagliate a mano.

La ricetta

Tagliate le melanzane a tocchetti, friggetele in olio extravergine d’oliva e asciugatele su carta assorbente. Riponetele poi in un piatto da portata per la pasta.

Nel frattempo, mettete a bollire abbondante acqua. Quando l’acqua bolle, aggiungete un pugno di sale grosso e calate gli ziti di Gragnano.

Mentre la pasta è in cottura, stemperate in un poco di acqua di cottura della pasta 50 grammi di estratto di carne. 

Scolate gli ziti di Gragnano al dente ed uniteli all’estratto di carne. Dopo averli accuratamente girati, li unite alle melenzane ed al fiordilatte tagliato a tocchetti.

Dopo aver disposto gli ziti  nel piatto aggiungete il parmigiano e basilico a crudo.

Come esperti gastronomici di  ProiezionidiBorsa suggeriamo, nella preparazione degli ziti estivi di nonna Vittoria, di fare attenzione a non usare dadi o estratti di brodo. Il sugo dell’arrosto o in alternativa l’estratto di carne sono un’altra cosa.

Approfondimento

Spaghetto alla Nerano, tra luci ed ombre della ricetta originale

 

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te