Gli spostamenti per Pasqua e i genitori separati nelle zone rosse e arancioni

Non siamo abituati ai continui cambiamenti e alle restrizioni imposte dal Governo per evitare il diffondersi del contagio Covid. Per venire incontro ai cittadini sul sito della Previdenza del Consiglio sono presenti le FAQ aggiornate. Il problema critico, che merita continue precisazioni, riguarda gli spostamenti per Pasqua e i genitori separati nelle zone rosse e arancioni. Verifichiamo quali sono le disposizioni in atto.

Spostamenti per Pasqua e i genitori separati nelle zone rosse e arancioni

Le faq aggiornate sul sito della Previdenza del Consiglio precisano, le modalità per gli spostamenti dei genitori separati, per la visita ai figli. Nello specifico devono:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina
  • scegliere il tragitto più breve;
  • non è consentito lo spostamento di figlio o genitore in quarantena,
  • esibizione di autocertificazione indicando il luogo di partenza e arrivo;
  • la visita deve rientrare negli accordi di separazione o divorzio.

Le restrizioni sono in atto dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021. Inoltre, le stesse restrizioni previste per le zone arancioni si applicano anche nelle zone gialle.

Il giorno 3, 4, e 5 aprile 2021, le regole sono valide su tutto il territorio nazionale. Inoltre, si applicano le restrizioni previste per le zone rosse. Dal provvedimento sono escluse solo le zone bianche.

Le zone arancio e rosse d’Italia

In base alle disposizioni in vigore, si applicano le misure con restrizione negli spostamenti in base alle zone.

La zona arancione interessa le seguenti regioni:

a) Basilicata;

b) Abruzzo

c) Molise

d) Campania;

e) Liguria;

f) Molise;

g) Calabria;

h) Sicilia;

i)Toscana;

l) Sardegna;

m) Valle d’Aosta;

n) Umbria;

o) Bolzano;

Regioni zona rossa

La zona rossa interessa le seguenti regioni:

a) Campania;

b) Friuli Venezia Giulia;

c) Emilia Romagna;

d) Lazio;

e) Marche;

f) Lombardia;

g) Puglia;

h) Piemonte;

i) Veneto;

l) Trento.

Il sito del Governo ha messo a disposizione una mappa dell’Italia con i colori di allerta. Permette di digitare sopra alla Regione di interesse, e di visualizzare le disposizioni in atto. Il servizio mette a disposizione del cittadino tutte le informazioni sul: lavoro, mascherine e dispositivi di protezione, scuola, eccetera.

Consigliati per te