Gli errori che possono rovinare uno dei piatti preferiti dagli italiani e che in pochi conoscono

“Chi gli ha detto di bruciare le frittate?”. “È stato lui”. Come non citare questa famosissima battuta dei grandissimi Bud Spencer e Terence Hill in “Lo continuavano a chiamare Trinità”. Una delle scene più belle in assoluto di questa grande coppia del cinema italiano, alle prese con delle povere crepes, “incendiate” dal malcapitato cameriere di turno. La frittata pur nella sua semplicità è uno dei piatti preferiti dagli italiani e soprattutto piace molto ai nostri bambini. Sembra facile farla, eppure quando la mangiamo al ristorante è sempre più buona della nostra. Probabilmente non si tratta di magia ma ecco semplicemente gli errori che possono rovinare uno dei piatti preferiti dagli italiani e che in pochi conoscono. Abbiamo approfittato della consulenza di un caro amico chef per farci raccontare come non sbagliare clamorosamente questo piatto così piacevole.

Partendo dalla montatura delle uova

Il primo errore che possiamo fare quando cuciniamo una frittata è quello di montare le uova. Ricordiamoci che dobbiamo invece sbatterle con la forchetta, perché altrimenti anziché diventare vellutate, diventano spugnose. La classica vecchia forchetta riesce infatti dove non riescono le attrezzature moderne: amalgamare al meglio le uova con gli ingredienti della frittata. Proprio in questo frangente, una piccola aggiunta di latte e parmigiano farà la differenza nell’aumentare sia il sapore che la delicatezza del piatto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Gli errori che possono rovinare uno dei piatti preferiti dagli italiani e che in pochi conoscono

Girare male la nostra frittata è uno dei motivi principali della scarsa riuscita della cottura. La paletta da cucina, che riesce a staccare delicatamente l’impasto, rimane l’accessorio assolutamente più indicato. Se non lo abbiamo, è meglio non copiare quello che vediamo alla televisione, lanciando in aria la frittata. Piuttosto, utilizziamo un piatto piano, appoggiandolo sulla pentola, ma con le mani ben fisse sul piatto stesso e sul manico del tegame. Ricordiamoci che solo i grandi chef lanciano in aria la frittata e riescono a farla diventare buona e croccante. Noi limitiamoci a farla girare correttamente, stando attenti alla cottura dei bordi.

Delle piccole incisioni col cucchiaio di legno

Uno degli errori più gravi e allo stesso tempo sconosciuti è quello di incidere la nostra frittata con il coltello, o addirittura la forchetta. Oltre a rovinare la superficie antiaderente della pentola, rischiamo di impedire alla frittata di cuocersi integralmente per bene. Il cucchiaio di legno permetterà infatti di incidere appena la superficie mentre cuociamo, facendo penetrare sul fondo della pentola la farcitura della frittata che altrimenti rimarrebbe più cruda del resto. E non dimentichiamoci a proposito vantaggi e svantaggi di assumere burro e margarina, seguendo consigli e avvertimenti della nonna.

Approfondimento

Se sei abituato a scolare la pasta nel lavandino stai buttando un bene riciclabile

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te