Gli avanzi di pizza prendono vita con questo metodo geniale che ci farà leccare i baffi

Quando la pizza da asporto che abbiamo ordinato è rimasta non sempre sappiamo cosa fare. Certo proviamo a riscaldarla il giorno dopo al microonde o in forno, ma non è detto che sia ancora buonissima. Spesso e volentieri se l’impasto non è dei migliori non avrà un buon sapore il giorno successivo. Quindi ci rassegniamo e buttiamo via tutti gli avanzi.

Questo però non solo è uno spreco di soldi, ma anche di cibo. Provare a resuscitare anche la pizza meno perfetta non è difficile se si conosce questo trucco. Sta diventando virale su tutti i social, probabilmente è un’idea di qualcuno d’oltreoceano in effetti. Difficilmente un italiano penserebbe di snaturare la nostra sacra pizza. Un po’ come quando vediamo le ricette online della carbonara con la panna.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Gli avanzi di pizza prendono vita con questo metodo geniale che ci farà leccare i baffi

In realtà questa idea non è affatto un “sacrilegio”, anzi è un ottimo modo per recuperare ogni tipo di trancio. Quello che ci serve è solo un tostapane, meglio se è una tostiera elettrica o piastra per panini.

Recuperiamo due tranci di pizza avanzati, ma possiamo usarne anche soltanto uno. Prendiamo un tagliere ed eliminiamo tutta la crosticina del bordo. Se abbiamo solo un trancio ripieghiamolo in due, se ne abbiamo due mettiamoli uno sull’altro. Abbiamo creato così dei panini o sandwich di pizza. Non ci resta che mettere il nostro simil tramezzino nella piastra e cuocerlo per qualche minuto. Ed ecco un sandwich alla pizza gustoso in pochi minuti.

La piastra farà effetto grilli sull’impasto, così da recuperare la croccantezza. La farcitura si riscalderà sia che si tratti di pomodoro che di pizza con condimento bianco. Questo metodo funziona con tutti i tipi di impasto, ma è perfetto soprattutto per le pizze alte. Ed ecco come gli avanzi di pizza prendono vita con questo metodo geniale che ci farà leccare i baffi. Cosa aspettiamo a provare, non solo eviteremo gli sprechi ma ci godremo un toast squisito.

Per finire un piccolo consiglio, ricordiamoci sempre di pulire il tostapane o la piastra dopo l’utilizzo. Così dureranno più a lungo ed eviteremo di mangiare residui bruciati di altri toast. Però non dimentichiamo nessun punto, specialmente il cassettino nascosto di cui non tutti conoscono l’esistenza. Ne abbiamo già parlato in questo precedente articolo “Pulire il tostapane non è mai stato facile se si sa questo segreto”.

Approfondimento

Svelati tutti i segreti per far diventare un semplicissimo toast uno spuntino da leccarsi i baffi con tutti i passaggi e gli ingredienti perfetti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te