Gilet gialli, Euro e il Medio Evo dei popoli

Era inevitabile che lo spettro di azione dei gilet gialli e della loro protesta prima o poi dilagasse.

Spostandosi era altrettanto ineludibile che si arrivasse a quello che è il vero centro dell’ecosistema finanziario che sta sempre più impoverendo milioni di cittadini europei.
L’euro!

Le politiche europee sia da parte della commissione che da parte della BCE sono alla base del diffondersi a macchia d’olio di un anti-europeismo dilagante.

Modello Medio Evo

Classe media pressoché azzerata, potere d’acquisto di salari e stipendi in discesa costante e ricchezze sempre più ridondanti concentrate in una percentuale risicata della popolazione.

Un vero e proprio nuovo Medio Evo.

I francesi come sempre all’avanguardia negli aneliti di libertà ed eguaglianza per primi si sono svegliati e dalla protesta sul caro benzina hanno allargato man mano il loro raggio d’azione.

Gilet gialli contro banche e potentati

Ora i gilet gialli sono partiti all’attacco di banche e potentati.

L’invito è quello di svuotare i conti correnti bancari e in generale i rapporti bancari.

Da qualche giorno gli attivisti,membri del movimento di protesta francese dei gilet gialli, invitano i sostenitori del movimento a correre in banca e prelevare i risparmi.

I “capi” del movimento auspicano una corsa agli sportelli massiccia.

Un fenomeno in grado di tale portata da costringere il governo francese a prestare ascolto al loro elenco di richieste, soprattutto tornando a dare ai cittadini il diritto di proporre e votare nuove leggi.

E’ dal 2009 che sostengo che il rischio della corsa agli sportelli cova sotto la cenere.

BCE ed errori e Apocalisse dell’Euro

La BCE ha commesso un grave errore non prendendo a modello gli interventi risolutivi di USA (FED) Gran Bretagna e Svizzera.

Come dimostra il caso CARIGE, per non parlare dei deludenti stress test di quasi tutte le grandi banche europee, sotto il sistema bancario UE  giace un rischio potenziale enorme.

Se davvero dovesse scatenarsi una corsa agli sportelli potremmo assistere ad una specie di Apocalisse finanziaria dell’euro e delle banche europee.

Vista anche la gestione del caso Grecia e le dinamiche successive alle proteste elleniche, pare improbabile che questo finimondo possa scatenarsi a breve termine.

Allo stesso tempo però, sottovalutare nella supponenza dei potentati, la protesta francese potrebbe rivelarsi un gravissimo errore per un governo francese già in difficoltà e una BCE fin qui incapace di prendere decisioni ed adottare strategie risolutive.

 

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.