Gibus ha quadruplicato gli utili, ma le azioni hanno guadagnato circa il 300%. Cosa fare nelle prossime settimane?

Se la Borsa anticipa sempre le buone o cattive notizie su un titolo, questa società ne è l’esempio perfetto. Nell’ultimo anno Gibus ha quadruplicato gli utili, ma le azioni hanno guadagnato circa il 300%. Recentemente, poi, la società ha mostrato eccellenti dati relativi al primo semestre del 2021. In questo periodo, infatti, l’utile per azione (EPS) è passato da 0,31 euro a 1,23 euro con un miglioramento degli utili, dei ricavi e dei margini di profitto.

Risultati del primo semestre 2021:
Ricavi: 35,8 milioni di euro (in aumento del 100% rispetto al primo semestre 2020).
Utile netto: €6,18 milioni di euro (in aumento del 304% rispetto al primo semestre 2020).
Margine di profitto: 17% (in aumento rispetto all’8,5% del primo semestre 2020).

“HYCM”/
“HYCM”/

Dal punto di vista della valutazione sulla base dei multipli di mercato si osservi che, indipendentemente dalla metrica utilizzata, il titolo è sottovalutato. Inoltre, l’azienda gode di una posizione finanziaria molto solida dato il livello di liquidità netta e i suoi margini. Infine, con un ratio “enterprise value to sales” di circa 1.14 per l’esercizio in corso, la società appare sottostimata.

Sebbene non eccezionale, poi, anche il rendimento del dividendo di Gibus è interessante attestandosi sopra il 3%.

Secondo le raccomandazioni degli analisti il consenso è comprare con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione di circa il 30%.

Gibus ha quadruplicato gli utili, ma le azioni hanno guadagnato circa il 300%. Cosa fare nelle prossime settimane secondo le indicazioni dell’analisi grafica?

Il titolo Gibus (MIL:GBUS) ha chiuso la seduta del 18 ottobre con un ribasso del 16,5% rispetto alla seduta precedente a quota 16,5 euro.

Time frame settimanale

Dopo tanto correre le quotazioni stanno sperimentando una leggerissima fase ribassista che sta trovando la sua base di appoggio sul forte supporto in area 16,4 euro (I obiettivo di prezzo). La tenuta di questo supporto potrebbe far partire un nuovo rialzo che diventerebbe molto più solido nel caso di una chiusura settimanale superiore a 18,5 euro. In questo caso l’obiettivo più vicino si trova in area 22,4 euro (I obiettivo di prezzo). A seguire, gli obiettivi successivi si trovano in area 28,7 euro (II obiettivo di prezzo) e area 35 euro (III obiettivo di prezzo).

gibus

Approfondimento

4 eventi hanno sconvolto l’equilibrio di Piazza Affari e questi 4 titoli sono sprofondati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te