Gestione separata Inps: come iscriversi rapidamente

Quando si intraprende la carriera da libero professionista, lavoratore autonomo o venditore, è necessario ufficializzare la propria posizione fiscale e lavorativa. Se non si possiede una Cassa o Fondo specifico di riferimento per la propria professione, è possibile iscriversi alla gestione separata Inps. Di seguito approfondiamo in maniera sintetica la gestione separata Inps: come iscriversi rapidamente.

Se ci troviamo di fronte ad un ingegnere libero professionista, questi risulterà sicuramente iscritto alla propria cassa previdenziale che raccoglie gli ingegneri iscritti all’Albo. Nel caso, invece, di un venditore ambulante o un altro professionista che non ha né un Ordine né una Cassa, cosa succede? In tal caso, c’è la Gestione separata Inps all’interno della quale rientrano numerose categorie professionali. Come si procede per l’iscrizione in questi casi?

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 14,25%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Come iscriversi alla gestione separata: step by step

Gestione separata Inps: come iscriversi rapidamente? Tale fondo pensionistico è stato introdotto dalla Legge 335/95. Esiste un elenco di professionisti che possono e devono iscriversi alla gestione separata come indicato qui.

Prima di tutto, per potersi iscrivere alla gestione separata Inps è necessario che il contribuente compili il modello di Domanda apposito con codice SC04. I lavoratori, ai sensi, dell’art, 2, comma 26 della Legge 8 agosto 1995, devono indicare sul modello:

  1. dati anagrafici e CF;
  2. data di avvio dell’attività con: n° della P. Iva, codice ATECO corrispondente e sottoscrizione della veridicità di quanto si dichiara.

L’iscrizione va effettuata entro 30 giorni dalla dichiarazione di avvio della propria attività all’Agenzia delle Entrate o dalla CU Registro delle Imprese. È possibile effettuare l’iter di iscrizione accedendo direttamente al portale Inps seguendo le indicazioni su di esso riportate.

Una volta inserite le credenziali di accesso al proprio cassetto previdenziale Inps, l’utente può accedere all’area “servizi per il cittadino”. Da qui, sarà necessario cliccare sulla voce “iscrizione Gestione Separata Inps” ed identificare la propria attività. Nel caso si abbia avviato una attività autonoma, va comunicata la data di inizio della stessa ed il codice Ateco comunicato in fase di apertura P.Iva.

Ultimati tali passaggi, l’iscrizione risulta immediatamente effettuata. Va ricordato che, una volta iscritti alla Gestione Separata Inps, si devono versare i corrispondenti contributi tramite modello F24. Inoltre, anche se si dovesse cessare per poi riprendere l’attività per un determinato periodo, non va rifatta l’iscrizione in quanto è valida sempre la prima.

Aliquote previste per il 2020

Per l’anno in corso, le aliquote sono le seguenti:

  1. gli assicurati c.d. professionisti senza cassa hanno un’aliquota contributiva previdenziale al 25,72%;
  2. i lavoratori parasubordinati hanno un’aliquota contributiva previdenziale pari al 34,23%.

Conoscendo questi dati, ciascun lavoratore potrà iscriversi in autonomia alla gestione separata Inps.

Consigliati per te