Germi e batteri proliferano in un posto impensabile di questo mobile

Ogni italiano possiede una scarpiera. Però, non ci diamo tanta cura. Un errore imperdonabile perchè germi e batteri proliferano in un posto impensabile di questo mobile. Purtroppo, gli italiani si soffermano più a mettere le scarpe all’interno dei vari scomparti che alla stessa pulizia del mobile. Il primo pensiero è a non far prendere polvere alle scarpe e soprattutto evitare di spargerle ovunque in casa.

ProiezionidiBorsa TV

Il rovescio della medaglia

Certo, la scarpiera tiene ordinato tutto ma se non mantenuta in condizioni ottimali ha il suo rovescio della medaglia. Uno fra tutti, l’emanazione dei cattivi odori. Spesso, posiamo le scarpe senza aver cura di averle pulite attentamente all’esterno e senza neanche fatto arieggiare la soletta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Purtroppo, i piedi, soprattutto in estate, sudano e perciò, si corre il rischio di sentire cattivi odori. Questo cocktail di sporcizia sotto la suola e di odori emanati dall’interno della scarpa generano le condizioni ideali per il proliferarsi di batteri e germi.

Italiani distratti

Molti nostri Lettori non hanno mai pensato di fare una pulizia accurata dei vari scompartimenti e si rendono conto della leggerezza quando è troppo tardi.

Per questo è molto importante pulire la scarpiera in modo da rimuovere i cattivi odori. E perché no, anche profumarla. Partendo da questo presupposto vogliamo dare un paio di dritte utili per tenere una scarpiera in buono stato e soprattutto igienizzata.

Cosa fare per avere una scarpiera pulita

L’ingrediente più usato è l’aceto. Prendere un secchio, versare l’acqua e due bicchieri di aceto bianco. Una volta ottenuto il miscuglio, prendere un panno immerso nella soluzione e strofinare i ripiani della scarpiera. Successivamente bisogna passare con un panno umido, immerso solo nell’acqua, in modo da non far rimanere residui dell’aceto. In conclusione va asciugato tutto.

L’altra opportunità

Il bicarbonato è un’altra opportunità da sfruttare. Le scarpe umide oppure bagnate possono concorrere alla formazione della muffa. Il bicarbonato abbinato all’aceto formano un cocktail strepitoso per combattere i batteri. Perciò prendere 2 bicchieri di aceto e 2 cucchiai di bicarbonato e unirli in una ciotola.

A soluzione ottenuta, va preso un panno e immerso. Successivamente strofinare i piani della scarpiera. Con le due soluzioni proposte il nostro problema si risolve. Quindi non c’è più pericolo: se germi e batteri proliferano in un posto impensabile di questo mobile, ora il problema è risolto.

Consigliati per te