Generali è da preferire agli altri assicurativi?

Generali Assicurazioni (G.IT) ha chiuso la seduta del 17 gennaio a 15,26€ in frazionale rialzo (0,20%) rispetto alla seduta precedente.

Incominciamo col far notare come il titolo sia storicamente più debole rispetto al suo settore di riferimento che è quello assicurativo. Come si vede dalla tabella seguente, infatti, Generali è sempre stato, salvo qualche rara eccezione, più debole dei suoi competitors.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Generali Assicurazioni Performance
7 Day 30 Day 90 Day 1 Year 3 Year 5 Year
Assicurazioni Generali (G) 3.2% 6.4% 8.6% -3.4% 2.8% -8.6%
IT Insurance 3% 7.6% 11.9% -0.3% 7.8% -13.1%
IT Market 1.1% 4.2% 1.8% -16% -20.2% -32.8%

Per quel che riguarda i fondamentali il titolo è ben valutato. In linea, quindi, con le attese della valutazione secondo il discounted cash flow. I multipli di mercato, invece, indicano una sopravvalutazione del titolo. Generali, infatti, quota a 10,1 volte il PE, mentre la media del settore di riferimento è 9,4.

Allo stato attuale il dividendo atteso renderebbe circa il 5,5%, mentre per i prossimi anni è atteso in rialzo in accordo con quanto scritto nell’articolo  Assicurazioni Generali: più dividendi e meno BTP.

E’ di questi giorni, poi, la notizia che Citigroup ha abbassato il rating sul titolo e sull’intero settore europeo. Le  motivazioni per questo downgrade sono da addurre a un contesto macro-economico sfavorevole e anche alle attuali valutazioni eccessive dei titoli assicurativi.

In generale la raccomandazione media sul titolo rimane HOLD con prezzo obiettivo medio a 16,3€.

Analisi tecnica e previsioni sul titolo Generali

Nel breve periodo sul titolo è in corso una proiezione rialzista ormai prossima al I° obiettivo di prezzo in area 15,4794€. La rottura di questo livello aprirebbe a un rialzo fino in area 16,94 (II° obiettivo di prezzo). I ribassisti potrebbero prendere il sopravvento qualora non si riuscisse ad abbattere la resistenza in area 15,4794€. Per un’inversione ribassista, invece, bisognerà attendere una rottura al ribasso di area 14,575€.

"<yoastmark

Clicca qui per leggere le definizioni utilizzate in questo articolo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te