Gambe stanche e gonfie con i primi caldi: questo alimento può renderci la vita migliore

Con i primi caldi delle giornate primaverili, chi soffre di problemi di circolazione inizia a riscontrare caviglie gonfie e gambe pesanti. Abbiamo un alleato in natura, che può  alleviare e curare questi sintomi. Stiamo parlando del sambuco, che è anche una splendida pianta ornamentale con delicati fiori bianchi e bacche a grappolo nero-viola.

I fiori vengono raccolti in primavera e fatti essiccare al sole. I frutti si raccolgono in agosto-settembre.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Per gambe stanche e gonfie con i primi caldi: questo alimento può renderci la vita migliore soprattutto ricavandone un impacco miracoloso.

Impacco di fiori e frutti di sambuco essiccati

Mettere in un mortaio una manciata di fiori e una manciata di frutti essiccati. E ridurre a poltiglia.

Si tenga presente che i fiori freschi e le foglie provocano eritema quindi utilizzate solo i fiori e frutti essiccati.

Unire tre cucchiai di olio di mandorla (va benissimo anche l’olio evo) e stendere sulle gambe, procedere avvolgendole in una garza. Lasciare agire per due ore. E risciacquare con acqua fredda.

Il sambuco stimola la circolazione periferica grazie alla composizione ricca di vitamine (gruppo B, A e C), di sali minerali e di una varietà di antiossidanti.

La funzione drenante del sambuco favorisce l’eliminazione di ristagni idrici e della cellulite. Fra le proprietà di questa bacca, infatti, c’è anche la capacità di aumentare la sudorazione.

La cosiddetta azione diaforetica aiuta, quindi, anche in casi di febbre alta, ad abbassare la temperatura corporea.

Naturalmente anche assunto per via orale, sotto forma di tisana, può svolgere un effetto vasoprotettore e drenante.

La Tisana di fiori

Anche in questo caso dovremo utilizzare solo fiori essiccati. Mettere in una teiera di acqua bollente cinque cucchiaini di fiori essiccati. Lasciare in infusione per cinque minuti e filtrare la tisana così ottenuta.

Non è un caso che il sambuco sia denominato in Alto Adige (una zona di coltivazione del Sambuco) “farmacia degli dei”.

Un’avvertenza: i frutti di sambuco che non giungono a maturazione possono essere tossici perché contengono molecole simili a quelle del cianuro.

Ecco perché il sambuco può essere un ottimo rimedio per chi lamenta gambe stanche e gonfie con i primi caldi: questo alimento può renderci la vita migliore.

Per chi volesse conoscere l’aperitivo “Hugo” a base di questo ingrediente, qui lo staff di Proiezioni di  Borsa, ne parla nei dettagli.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te