Futuro nero, ma dobbiamo veramente crederci?

Gli analisti vedono un futuro nero per i prossimi cinque anni. E oggi si è aggiunto alla schiera dei gufi anche Paolo Gentiloni, commissario Ue che non vede ripresa per l’area euro nei prossimi 2 anni.  Molti prospettano una crisi finanziaria globale. L’Italia già si ritrova con gli strascichi della recessione 2008/2009, peggio di così cosa c’è da attendersi?

Secondo i dati di una indagine condotta da Natixis Investment Managers coinvolgendo 500 soggetti che gestiscono imponenti patrimoni tra fondi pensione aziendali, fondazioni, fondi pensione pubblici o statali, società di assicurazione e fondi sovrani in Asia, Europa, Nord America, America Latina e Medio Oriente non c’è da stare allegri.

A preoccupare tutti, ma proprio tutti che vedono un futuro nero è il livello record raggiunto dal debito pubblico diversificato in ambito valutario (52%) e in incremento della volatilità dei mercati azionari (77%). La volatilità dei mercati obbligazionari viene indicata al 62%.

Rispetto a queste prospettive gli investitori ritengono che il loro portafoglio possa subire volatilità con tassi di interesse perennemente bassi. Stretta creditizia, liquidità, deflazione sono le altre paure che serpeggiano tra coloro che investono.

I rischi eccessivi si corrono soprattutto per il sistema delle Banche che potrebbe non reggere più. A finire sotto scacco le Banche centrali che di fronte ad una nuova crisi non avrebbero gli strumenti per farne fronte. Ma un altro dato da non sottovalutare è l’aumento delle obbligazioni con rendimento negativo.

Volatilità da cosa è dovuta

Non solo le problematiche legate alla  finanza pubblica genera questa indecisione ma sono soprattutto le instabilità governative a generare incertezza. Vedi Usa, Cina ma anche la stessa Italia. La recessione economica è anche dovuta a questo. Logicamente l’Italia ha riflessi ristretto ai mercati nazionali, mentre la crisi americana può generare danni più imponenti così come quelli della Cina. La volatilità del mercato subisce le influenze dovute alla campagna elettorale statunitense per le presidenziali.

Come uscire dal futuro nero

Si è alla disperata ricerca di fonti alternative di rendimento. Una chiave di volta sarà il 2020. Cosa succederà nell’imminente nuovo anno…ci resta solo che attenderlo.

Approfondimento

Quando ci sarà la prossima crisi sui mercati? La view di Proiezionidiborsa

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te