Fuochi d’artificio a Piazza Affari con due clamorose operazioni che mettono il turbo a 2 titoli e spingono al record la Borsa

Cresce il numero dei titoli in fuga da Piazza Affari. Oggi sono state annunciate due OPA e di una terza è stato ritoccato il prezzo. Un OPA è un’operazione di Pubblico Acquisto. Ovvero una società dichiara di volere comprare l’intero pacchetto azionario di un’altra società. L’intento è di acquisirne l’intera proprietà e quindi l’intero controllo. Perciò la conseguenza diretta dell’OPA è l’uscita della società acquistata dalla Borsa. È accaduto di recente a UBI, dopo essere stata interamente acquisita da Intesa Sanpaolo. Accadrà a Cattolica Assicurazioni, Retelit e Carraro.

Fuochi d’artificio a Piazza Affari con due clamorose operazioni che mettono il turbo a 2 titoli e spingono al record la Borsa

Stamani all’apertura dei mercati la Borsa ha dovuto fare i conti con l’annuncio di due operazioni di pubblico acquisto, quella su Cattolica e quella su Retelit. Generali ha lanciato un OPA su Cattolica Assicurazioni. La società del Leone di Trieste deteneva già il 24% della compagnia. Generali ha offerto 6,75 euro ad azione. L’operazione ha fatto schizzare in alto il titolo fino a 6,80 euro. Ma per la verità già venerdì i prezzi si erano impennati senza un’apparente ragione.

L’altra operazione di pubblico acquisto riguarda Retelit. Marbles ha lanciato un’offerta sul totale delle azioni offrendo 2,85 euro a titolo. Retelit è schizzata inevitabilmente in alto in apertura raggiungendo i 2,95 euro. Un valore più alto dell’OPA giustificato probabilmente dalla scommessa che il prezzo possa essere ritoccato. Anche il prezzo dell’OPA su Carraro è stato ritoccato a 2,55 euro. C’è tempo fino a venerdì 4 giugno per aderire e consegnarne le azioni.

Quindi oggi fuochi d’artificio a Piazza Affari con due clamorose operazioni che mettono il turbo a 2 titoli e spingono al record la Borsa. Infatti è vero che l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso la seduta praticamente invariato, a 25.170 punti. Tuttavia, durante la giornata i prezzi hanno avuto la forza di realizzare un nuovo record storico salendo fino a 25.278 punti e avvicinandosi a soli 205 punti dal record degli ultimi 12 anni.

Approfondimento
A questo link si può leggere l’analisi dello scorso venerdì degli Esperti di ProiezionidiBorsa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te