Ftse Mib: correzione già terminata?

Abbiamo esaminato in questo articolo la configurazione di alcune importanti curve dei rendimenti che evidenziano, a nostro avviso, caratteristiche compatibili con dinamiche correttive dei mercati azionari.

Soprattutto la pandemia e le conseguenti, ulteriori misure di correzione, che anche in Italia ci si appresta a varare, non potevano che scatenare un sentiment di nervosismo sui mercati, anche per la preoccupazione che tali misure possano mettere in forse la ripresa economica in atto.

Tuttavia abbiamo sottolineato come non vi sia, al momento, un quadro tale da far pensare ad inversioni di medio/lungo.

Ci domandiamo, quindi, se la fase correttiva, con specifico riferimento al nostro indice Ftse Mib, sia già terminata.

La domanda è d’obbligo, analizzando una situazione che denota il raggiuntimento di un primo target di prezzo e tempo di breve termine.

Ftse mib: correzione già terminata?

L’ipotesi di una correzione terminata riconduce al seguente grafico, a barre daily, costruito in base al metodo Magic Box, relativo al nostro indice.

Ftse Mib e Magic box

La prima area, rettangolo rosso, evidenzia la proiezione sul primo target di prezzo, al confine tra area rossa ed area gialla, che ieri è stato raggiunto, peraltro in corrispondenza di un setup (retta verticale rossa).

La successiva, eventuale mancata tenuta del minimo raggiunto ieri, con conferma almeno in chiusura giornaliera, condurrebbe al secondo target di prezzo, rappresentato dal bordo inferiore dell’area gialla.

Questo secondo target di prezzo si colloca in area 26.355.

Mentre successivi setup temporali sono rappresentati dalla rette verticali rosse, e si collocano per/entro il: 26 novembre, 2 e 6 dicembre.

Una piena ripresa rialzista richiederebbe quanto meno il superamento, confermato in chiusura di seduta, del massimo della precedente barra.

Vedremo cosa succederà, ma intanto ci domandiamo se sussistano conferme dell’attuale setup in base ad altre tecniche.

La risposta è positiva, ad esempio in base ad alcune tecniche di Gann.

Quadrato di Gann

Il seguente grafico rappresenta un quadrato di minimo in scala 2.

Setup di Gann

La retta verticale e l’angolo zero, contrassegnati da freccia e circoletto rosso, indicavano un setup prossimo a quello già proiettato da Magic Box, a conferma che il riferimento temporale ricompreso tra 23 e 25 novembre rappresentava un setup di un certo rilievo.

Orbitali planetari di Gann

Concludendo sul tema “Ftse Mib: correzione già terminata?”, osserviamo infine che il prezzo raggiunto sul minimo della giornata di ieri si trovava a stretto contatto con un riferimento orbitale di Gann, ieri superato leggermente al ribasso e oggi già superato al rialzo, mentre sto scrivendo.

Parrebbe quindi che anche tale riferimento abbia svolto un ruolo supportivo, agevolando quanto meno un tentativo di ripresa rialzista.

Il minimo di ieri si è collocato a 26.914.

Calcoliamo quindi come segue: 26.914/360=74,76.

Di qui: 74X360=26.640.

Ieri Venere geocentrica si trovava a 15 gradi in Capricorno, che equivale a 285 gradi cumulati.

Quindi: 26.640+285=26.925, livello sostanzialmente sovrapponibile ai 26.914.

Anche tale elemento conferma quindi il rilievo in prezzo e tempo del bottom, formatosi ieri.

Non resta che monitorare le prossime dinamiche, per cogliere i segnali di una eventuale inversione o di prosecuzione del trend verso il prossimo target.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te