Frangetta sì o frangetta no, ecco come capire se ci potrebbe stare bene in viso

“Quando una donna vuole cambiare qualcosa nella sua vita, comincia dai capelli”. Da sempre questa frase è l’alibi più utilizzato per giustificare i crimini peggiori commessi contro i nostri capelli. Un pomeriggio noioso, un periodo in cui si ha bisogno di un cambiamento, un esperimento mal riuscito e in autonomia dentro il nostro bagno ci ritroviamo davanti allo specchio. Forbici in una mano, ciuffo di capelli tenuto con indice e medio dall’altra e taglio netto. Ecco procurata una frangetta alla “meno peggio” e una quantità di rimpianti che ci trascineremo dietro per mesi, nel peggiore dei casi.

Parte la ricerca su Google “dopo quanto tempo ricrescono i capelli” scopriamo che i capelli crescono di 0,3 mm al giorno, ok, è decretato, siamo rovinati. Armiamoci di pazienza, attendiamo che la frangetta diventi un ciuffo, poi delle bangs e che torni normale. Ma stiamo tranquilli che mentre aspetteremo mesi che ricresca, avremo tutto il tempo per farci tornare la voglia di ritagliare la frangetta. È un loop, un circolo vizioso. Ma affidiamoci alla mano degli esperti.

Prima di prendere decisioni e forbici affrettate, scopriamo e valutiamo insieme se tagliare i nostri capelli davanti.

Frangetta sì o frangetta no, ecco come capire se ci potrebbe stare bene in viso

Partiamo dal presupposto che il nostro viso non è quasi mai simmetrico, tutte le parti doppie del nostro corpo non sono gemelle, ma sorelle. Nonostante ciò, ci viene comunque in soccorso la geometria. A scuola la odiavamo tanto, ma è un ottimo metodo per evitare passi azzardati e frangette criminali.

Il metodo per capire se la frangetta può valorizzare il nostro viso è semplicissimo, basta prendere le misure di alcuni punti strategici del volto e fare una prova.

Vediamo come

Prendiamo le misure del nostro viso con un metro da sarta, in lunghezza e larghezza, per comprendere che forma abbia. Se queste sono più o meno uguali, è probabile che avremo una tipologia di viso tondo, quadrata o a cuore. Se, invece, la lunghezza supera leggermente la larghezza, viso potrebbe ovale, quadrato o a cuore.

Dopo aver calcolato le dimensioni del viso, passiamo alla mandibola, che inizia dalla parte inferiore delle orecchie fino al mento. Guardiamo forma e perimetro e potremmo avere: una mandibola a forma di “V”, quindi appuntita; una mandibola arrotondata (e quindi un viso circolare) oppure una mandibola quadrata, che rende il viso marcato nella parte inferiore.

Adesso tocca alla fronte. Osserviamo la forma dell’attaccatura dei capelli per capire se sia stretta o ampia. Un’attaccatura alta corrisponde ad una fronte ampia, un’attaccatura bassa, invece, ad una fronte stretta. La frangia donerà particolarmente alle persone con una fronte ampia, poiché riuscirà a coprire quella porzione di viso molto evidente e a bilanciare bene le simmetrie del volto, a seconda della sua forma.

Insomma, frangetta sì o frangetta no, ecco come capire se ci potrebbe stare bene in viso. Diventa una scelta semplice e non azzardata, se riusciamo a conoscere la forma del nostro volto.

Consigliati per te