Focus su 4 banche a Piazza Affari che potrebbero riservare sorprese non solo nel breve ma anche nel lungo termine

Da diverse settimane sulle nostre pagine abbiamo più volte analizzato i titoli azionari delle principali banche italiane quotate a Piazza Affari. Lo scopo è di capire come sfruttare eventuali opportunità e portarle a nostro vantaggio. Riteniamo infatti, che questo settore possa fare bene nei prossimi mesi ed anni e riservare delle interessanti guadagni agli investitori. Oggi faremo il focus su 4 banche a Piazza Affari che potrebbero riservare sorprese non solo nel breve ma anche nel lungo termine

Procediamo per gradi e facciamo prima un cenno al grafico del Ftse Mib Future.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Fino a quando reggerà al rialzo in ottica giornaliera l’area di 24.695, continueremo a proiettare ulteriori rialzi nei prossimi giorni. Sotto questo livello invece, le probabilità sarebbero per l’inizio di una correzione.

Ad oggi, i grafici si trovano in una situazione di indecisione e preventivare cosa accadrà nei prossimi giorni è impresa difficile. Per questo motivo si procederà day by day in attesa di sviluppi chiarificatori.

Focus su 4 banche a Piazza Affari che potrebbero riservare sorprese non solo nel breve ma anche nel lungo termine

Oggi, come fatto più volte nelle scorse settimane, continuiamo ad occuparci di Banca IFIS, Bca MPS, Intesa Sanpaolo e Unicredit (MIL:UCG).

Come sono messi graficamente questi titoli? Come investire?

Banca IFIS, ultimo prezzo a 14,43. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 18,95 euro per azione. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale inferiore a 13,97, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 15,26 e poi 16,50. Una chiusura giornaliera inferiore a 14,43 sarebbe un primo segnale ribassista.

Bca MPS, ultimo prezzo a 1,12. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 1,1650, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 0,97/0,85. Una chiusura giornaliera superiore a 1,1650 sarebbe un primo segnale rialzista.

Intesa Sanpaolo, ultimo prezzo a 2,3620.  Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 2,10 euro per azione. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 2,4420, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 2,15 e poi 1,996/1,80. Una chiusura giornaliera superiore a 2,3860 sarebbe un primo segnale rialzista.

Unicredit, ultimo prezzo a 10,66. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 7,50 euro per azione. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 10,72, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 9,95 e poi 8,03. Una chiusura giornaliera superiore a 10,72 sarebbe un primo segnale rialzista.

Si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te