Finanziamenti alle imprese fino a 30mila euro in 15 anni

Le imprese e i professionisti possono chiedere alle banche prestiti coperti al 100% dal Fondo di Garanzia fino ad un massimo di 30mila euro, con durata fino a 15 anni. Questa è la novità della Legge di Bilancio che ha allungato gli anni di rateizzazioni passando da 10 a 15 anni. Analizziamo chi può beneficiare dei finanziamenti alle imprese fino a 30mila euro in 15 anni.

Fondo di Garanzia con copertura totale fino al 100%

Il Fondo di Garanzia per finanziamenti alle imprese fino a 30mila euro in 15 anni coperto fino al 100%. Il finanziamento è erogato in base alle seguenti caratteristiche:

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

a) condizioni di tasso di favore come previsto dal Decreto Liquidità n. 23;

b) rate mensili o trimestrali;

c) durata 180 mesi con un preammortamento inferiore a 24 mesi.

Inoltre, l’importo non deve essere superiore alternativamente al:

a) 25% del fatturato risultante dall’ultimo bilancio depositato o dichiarazione dei redditi presentata per le imprese costituite prima del 1° gennaio 2019. Oppure, in base ad una certificazione reddituale per le imprese costituite dopo il 1° gennaio 2019.

b) doppio delle spese salariate annuale del richiedente.

Può essere chiesta una sola garanzia per impresa.

Finanziamenti alle imprese fino a 30mila euro in 15 anni: ecco come fare domanda

Per fare richiesta del finanziamento, è possibile inviare alla propria filiale bancaria, una mail PEC o una semplice mail, con oggetto “Covid finanziamento 30k”, allegando i seguenti documenti:

a) allegato 4-bis;

b) domanda di richiesta di finanziamento, in base al modulo previsto dalla normativa;

c) per i liberi professionisti e i lavoratori autonomi: documentazione comprovante l’iscrizione all’Albo o Ordine professionale di appartenenza;

d) ultimo bilancio depositato disponibile;

e) le imprese, che si sono costituite dopo il primo gennaio 2019, possono compilare un’autocertificazione attestante i ricavi conseguiti nell’anno 2019. L’autocertificazione deve essere inviata su carta intestata, ai sensi del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000 articolo 47;

f) lettera di manleva per “emergenza Covid”.

Adeguamento degli importi già erogati

È possibile adeguare gli importi di finanziamenti già concessi a coloro che hanno percepito un importo inferiore ai 30mila euro, con copertura del Fondo di Garanzia al 100%. Inoltre, è possibile prolungare l’importo delle rate fino a 15 anni anziché 10, come nella precedente domanda.

Il contribuente, per l’integrazione dell’importo di finanziamento fino a 30mila euro, deve presentare la stessa documentazione sopra menzionata. L’operazione prevede un contratto semplificato per adesione con un adeguamento del tasso di interesse.

Consigliati per te