Finalmente svelati tutti i trucchi per preparare un asado degno delle pampas argentine e che renderà indimenticabili le nostre grigliate estive

Fra tutti i Paesi del mondo ce n’è forse soltanto uno in grado di rivaleggiare con l’Italia per i piatti di carne: l’Argentina. E buona parte di questo prestigio si deve all’asado, il particolare metodo di cottura della carne. Ma se vogliamo provare questo straordinario gusto siamo arrivati nel posto giusto. Sono stati finalmente svelati tutti i trucchi per preparare un asado degno delle pampas argentine e che renderà indimenticabili le nostre grigliate estive.

Gli ingredienti per l’asado argentino

Iniziamo sgomberando il campo dagli equivoci. Spesso si crede erroneamente che l’asado sia un tipo di carne. In realtà è un metodo di cottura nato in Argentina e poi diffusosi in tutto il mondo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il primo trucco per un asado perfetto è la scelta della carne che deve essere sempre freschissima. Possiamo variare tra manzo, maiale e carne bianca ma è sempre meglio scegliere le parti pregiate, come il filetto e il controfiletto. Il tutto da abbinare alle immancabili costolette e alle salsicce.

Oltre alla carne ci serviranno sale grosso, pepe, alcuni rametti di rosmarino e una buona quantità della famosa salsa chimichurri. Se non vogliamo prepararla da soli per paura di rovinare la carne possiamo trovarla tranquillamente nei migliori negozi di generi alimentari.

Finalmente svelati tutti i trucchi per preparare un asado degno delle pampas argentine e che renderà indimenticabili le nostre grigliate estive: marinatura, cottura e condimento

Il secondo segreto per dare un gusto inconfondibile all’asado sta nella marinatura. Prepariamo tutta la carne disponendola in contenitori di vetro. Spolveriamo in maniera omogenea con sale grosso e pepe e aggiungiamo la salsa chimichurri. Massaggiamo le fette di carne con il rosmarino, copriamo i recipienti e mettiamoli in frigo per una notte.

Togliamoli dal frigorifero almeno un’ora prima di procedere alla cottura. Nel frattempo prepariamo la nostra brace e disponiamola in modo omogeneo. Una volta abbassata la fiamma, iniziamo a posizionare la carne sulla griglia. Prima di farlo, però, asciughiamola con della carta assorbente per togliere il liquido di marinatura.

Spennelliamo costine, salsicce e bistecche con altra salsa chimichurri e origano. Per non rovinare la carne usiamo una pinza al posto del forchettone quando la giriamo e indossiamo sempre i guanti adatti.

Qualche minuto sulla brace e saremo pronti per servire, magari con un bel piatto di patate arrosto fumanti.

Consigliati per te