Finalmente si valorizzano i giovani con questa importante novità in arrivo nei concorsi pubblici

La pubblica amministrazione sta attraversando una fase di cambiamento che fino a pochi anni fa, probabilmente, nessuno si sarebbe aspettato. Da quota cento, che ha permesso il pensionamento anticipato di tantissimi dipendenti pubblici, alla necessità di rinnovamento, la PA sembra finalmente andare incontro ai giovani.

Prima e durante la pandemia sono stati pubblicati diversi bandi di concorso, purtroppo interrotti a causa dei problemi a tutti ben noti. Adesso che la situazione sembra migliorare, Ministeri, Agenzie, Regioni ed Enti locali hanno riavviato le procedure di selezioni lasciate in standby. A parte questa ripresa, alcuni ministri tra cui Renato Brunetta, hanno manifestato l’intenzione di accelerare le lente e farraginose selezioni nel pubblico impiego.

Come detto in un precedente articolo (link qui), non vi sarà più solo il classico concorso, ma anche altre modalità selettive più snelle.

Le novità, però, non sono finite ed eccone un’altra proprio degli ultimi giorni.

Finalmente si valorizzano i giovani con questa importante novità in arrivo nei concorsi pubblici

Il Ministero della giustizia ha bisogno di nuove leve e la neo ministra Marta Cartabia ne è assolutamente consapevole. La ministra appare anche molto attenta all’assunzione di giovani, soprattutto nel prossimo concorso per assistenti giudiziari all’ufficio del processo. Gli arretrati degli ultimi anni richiedono un grande lavoro ed ecco perché il concorso vedrà la luce a breve. Per favorire l’ingresso di chi ha terminato gli studi in tempi recenti, la Cartabia ha previsto un’importante novità. Ha dichiarato, infatti, che chi ha conseguito la laurea negli ultimi 7 anni si vedrà attribuito un punteggio superiore rispetto a chi l’ha ottenuta prima. Il punteggio ulteriore riguarda anche coloro che hanno svolto il tirocinio presso gli uffici giudiziari o hanno lavorato in ambito internazionale, specialmente nel settore dell’immigrazione.

Finalmente si valorizzano i giovani con questa importante novità in arrivo nei concorsi pubblici che ci fa ben sperare in un futuro migliore.

Consigliati per te