Finalmente rimborsabile per tutte le donne italiane il test che migliora la vita in caso di tumore al seno

La Legge di Bilancio 2021 stanzia un fondo di 20 milioni di euro per consentire a tutte le donne di eseguire il test genomico per il tumore al seno. ProiezionidiBorsa, sempre vicina ai propri Lettori, illustra l’importante novità prevista, che potrà portare notevoli vantaggi a tantissime donne. Con i fondi stanziati con la Legge di Bilancio, finalmente, rimborsabile per tutte le donne italiane il test che migliora la vita in caso di tumore al seno.

Soltanto la Lombardia, la Toscana e la Provincia Autonoma di Bolzano avevano la copertura della spesa per il test. Adesso con i fondi stanziati, tutte le Regioni potranno usufruire del fondo stanziato, per il rimborso, anche parziale dei test genomici. Il fondo di 20 milioni annui, comporterà il rimborso diretto delle spese sostenute dagli ospedali per l’acquisto dei test genomici. Pertanto, si potrà accedere ai test genomici indipendentemente dalla Regione di appartenenza.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

 Test genomico, cos’è?

Non tutti sanno cosa sia e quanto sia importante che finalmente il Test genomico per il tumore al seno diventa accessibile a tutte le donne. Indipendentemente dalla Regione di appartenenza. Cos’è il test genomico e a cosa serve? Mediante il test genomico si può individuare la natura specifica del tumore, avere informazioni sull’aggressività in stadio precoce, nonché la capacità di crescita e diffusione. Il test genomico predice l’utilità o meno della chemioterapia. È un esame molecolare che aiuta l’oncologo a valutare in quali casi sia necessario aggiungere alla terapia ormonale, la chemioterapia, oltre che a prevedere un rischio di recidiva.

Finalmente rimborsabile per tutte le donne italiane il test che migliora la vita in caso di tumore al seno

Grazie al fondo stanziato dalla Legge di Bilancio, tutte le donne, con un carcinoma mammario in stadio precoce, potranno ricorrere al test genomico. A prescindere dalla Regione di appartenenza. È comprovato che il test genomico porti evidenti benefici, migliorando la vita delle pazienti, consentendo anche un notevole risparmio economico per il sistema sanitario.

Infatti, grazie all’esecuzione del test, il medico può prevedere il rischio di una recidiva e decidere se sia necessario o meno ricorrere alla chemioterapia. O meglio, il medico può decidere se il ricorso alla chemioterapia sia appropriato o meno per la paziente.

Grazie alla Legge di Bilancio 2021, il test genomico per il tumore al seno diventa accessibile a tutte le donne, da Nord a Sud indistintamente.

Approfondimento

Esenzione ticket 2021 senza ISEE per la diagnosi precoce dei tumori

Consigliati per te