Finalmente 100 euro a settimana per il bonus baby-sitter nel messaggio INPS

Il Decreto Legge n.30/2021 ha previsto, per le famiglie con i figli minori in DAD o in quarantena, misure urgenti per fronteggiare le difficoltà. In particolare ha previsto bonus per servizi di assistenza e sorveglianza dei minori. Il predetto Decreto, ha introdotto fino al 30/6/2021 la possibilità per i genitori di richiedere uno o più bonus per servizi di baby-sitting o integrativi.

Queste misure saranno a favore di coloro che hanno figli minori conviventi minori di anni 14.Si attendeva l’annuncio e così si prevede, finalmente 100 euro a settimana per il bonus baby-sitter nel messaggio INPS n.1296/2021, in attesa della circolare.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

L’importo riconosciuto, può arrivare fino ad un massimo di 100 euro a settimana, e sarà erogato mediante il Libretto famiglia. In alternativa, direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi, ai centri con funzione educativa-ricreativa, ai servizi di prima infanzia.

Finalmente 100 euro a settimana per il bonus baby-sitter nel messaggio INPS

I lavoratori che potranno beneficiare del bonus sono:

  • lavoratori autonomi iscritti all’INPS;
  • iscritti alla Gestione separata, ex art.2, co.26, L. n. 335/95;
  • personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegati per le esigenze connesse all’emergenza;
  • lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato. In particolare, medici, infermieri, ostetrici, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori socio-sanitari;
  • lavoratori autonomi non iscritti all’INPS, subordinatamente alla comunicazione da parte delle casse previdenziali del numero dei beneficiari.

Il beneficio potrà essere fruito da un genitore solo se l’altro non accede alle altre tutele previste dal Decreto. O, nel caso non svolga alcuna attività lavorativa o sia sospeso dal lavoro.

Quindi per queste categorie di lavoratori arriveranno fino a massimo 100 euro a settimana, mediante Libretto di famiglia. Oppure, direttamente dal richiedente, per la comprovata iscrizione a centri estivi. Nel caso di iscrizione a servizi integrativi o innovativi di prima infanzia, il bonus sarà incompatibile con il bonus asilo nido.

Approfondimento

Fino a 100 euro a settimana dall’INPS anche per queste categorie di lavoratori

Consigliati per te