Fin dove potrà proseguire il rialzo di un titolo sopravvalutato come Pirelli?

Fin dove potrà proseguire il rialzo di un titolo sopravvalutato come Pirelli? Perché questa è la condizione che sta vivendo il titolo controllato da Marco Tronchetti Provera. Da un lato le performance borsistiche continuano a dare ragione a chi punta sul titolo. Dall’altro, qualunque sia il metodo utilizzato, il titolo risulta essere sopravvalutato.

Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è Outperform, ma il prezzo obiettivo medio esprime una sopravvalutazione di circa il 2%.

La musica non cambia se si confrontano le attuali quotazioni con il fair value calcolato con il metodo del discounted cash flow (sopravvalutazione di circa il 15%) oppure se si utilizza il metodo dei multipli di mercato. In quest’ultimo caso fa eccezione il Price to Book ratio secondo il quale Pirelli è sottovalutato del 60% circa. Se, invece, si considera la valutazione dell’azienda in termini di multipli degli utili questa è piuttosto alta. Infatti, l’azienda viene scambiata a 68,3 volte i suoi utili stimati per azione per l’anno in corso. Inoltre, il gruppo mostra un livello di debito piuttosto elevato in proporzione al suo EBITDA.

Fin dove potrà proseguire il rialzo di un titolo sopravvalutato come Pirelli? Le indicazioni dell’analisi grafica

Pirelli (MIL:PRC) ha chiuso la seduta del 1 marzo  in area 4,84 euro con un rialzo dell’1,36% rispetto alla seduta precedente.

La tendenza in corso è rialzista, ma a partire da novembre 2020 le quotazioni non riescono a staccarsi da area 4,7 euro. Non un buon segnale che ha portato a un indebolimento del segnale di acquisto dello Swing Indicator sia sul settimanale che sul mensile.

Ciò nonostante, l’impostazione rimane rialzista e le quotazioni puntano verso gli obiettivi indicati in figura.

Per evitare di rimanere incastrati in posizioni al ribasso, invece, bisogna monitorare, sia sul settimanale che sul mensile, il supporto in area 4,67 euro. In particolare, una chiusura settimanale inferiore a questo livello dovrebbe mettere in guardia da un possibile, molto probabile ribasso in arrivo.

Time frame settimanale

pirelli

Pirelli: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

pirelli

Pirelli: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

Nuovo capovolgimento sui mercati azionari internazionali che invertono la tendenza giornaliera al rialzo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te