Festeggiamo i nostri nonni che hanno molto da insegnarci e non facciamoli sentire soli

Dall’inizio della pandemia le nostre vite sono cambiate notevolmente. Sicuramente alcune fasce della popolazione hanno subito maggiormente rispetto ad altre.

La generazione degli over 65 e 70 è stata quella che sofferto maggiormente a causa del virus e ha subito un numero di perdite elevato. Mai come oggi gli anziani ed i nostri nonni hanno bisogno del nostro sostegno. L’isolamento forzato in più ha provocato numerosi disagi psicologici e non solo, alle persone che non hanno mai avuto un po’ di compagnia.

Festeggiamo i nostri nonni che hanno molto da insegnarci e non facciamoli sentire soli

Proprio per celebrare l’importanza delle persone più anziane nella società e rafforzare il legame e le relazioni con loro, si è indetta una nuova festa. Questa celebrazione è stata voluta da Papa Francesco per quest’anno, che ha appunto istituito la Giornata mondiale dei nonni il 25 luglio. Questa data cade in prossimità della festa del 26 luglio, in onore dei santi Gioacchino ed Anna, nonni di Gesù.

Il Papa sottolinea l’importanza della memoria e di mantenere salda una società e una tradizione familiare dove i nonni sono la colonna portante. Un popolo che non si cura dei propri anziani e dei giovani non ha un passato né un futuro.

La memoria storica e la gratitudine per avanzare verso un futuro migliore

È vero che i tempi sono difficili ma sicuramente ce ne sono stati di più ardui. Basta parlare con i nostri nonni per farci raccontare i tempi della guerra del secolo scorso e le difficoltà che loro hanno dovuto affrontare.

La loro forza e saggezza sono una ricchezza che può darci il coraggio di andare avanti in periodi di confusione. Festeggiamo quindi i nostri nonni che hanno molto da insegnarci e non facciamoli sentire soli, andiamo a trovarli e chiamiamoli spesso per renderli felici. Facciamo sentire che ci prendiamo cura di loro e che “Io sono con te tutti i giorni”. Questo è lo slogan voluto da Papa Francesco in occasione del primo assemblamento della Giornata mondiale dei nonni in S. Pietro a Roma.

Consigliati per te