Fed: fermi tutti! di Gianluca Braguzzi

Come avevamo previsto la FED ha lasciato invariato il tasso di riferimento. Le preoccupazioni su un ‘eccessiva rivalutazione del dollaro contro lo Yuan in corso di svalutazione ma probabilmente anche su tutti gli altri cross, euro in testa ha prevalso sulla volontà di molti operatori , specie del comparto bond, che avrebbero gradito un primo ritocco al rialzo dei tassi suffragati anche dalla ripresa economica in corso negli USA confermata anche dai dati odierni , in particolare dalla richieste dei sussidi di  disoccupazione inferiori alle attese. Le borse hanno reagito col consueto saliscendi ma a tendere potrebbero crearsi lo spazio per una almeno parziale risalita, Cina permettendo. Anche gli spifferi sulle minute dei verbali della FED potrebbero comunque creare turbolenze in ogni momento. In soldoni non è certo la fase idonea a posizioni massimali. Seguire da domani il trend fin che dura e se sarà chiaro ma pronti a smontare di sella in ogni momento.

Gianluca Braguzzi è un gestore di fondi comuni di investimento

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te