La FED fa scuola: anche la Cina taglia i tassi

 Evidentemente la FED fa scuola: oggi la Bank of China ha tagliato i tassi di interesse dal 4,20% al 4,15%.

Quasi niente rispetto al taglio americano dello 0.25%.

Ma comunque intervento pieno di significati e possibili conseguenze sull’andamento delle Borse e sui rapporti con gli USA.

Taglio dei tassi senza effetti sulle Borse cinesi

La tensione ad Hong Kong è ancora molto alta ed evidentemente questa crisi interna sta convincendo gli operatori a vendere azioni piuttosto che a comprarle.

E troppo risicato un taglio dei tassi dello 0,05% per rialzare l’umore.

E infatti le Borse locali hanno chiuso male la seduta:

Hang Seng -0.76%

Shanghai  -0.99%

Taglio dei tassi: gli effetti sui rapporti con gli USA

Non è la prima volta che la Cina imita le mosse americane.

Oggi è stata imitata la FED ma già tempo fa Pechino prese spunto da Washington per attivare una manovra di investimenti pubblici e tagli fiscali.

Un percorso praticamente identico a quello con cui Trump ha rilanciato l’economia statunitense.

Il rischio ora è che la Casa Bianca non prenda benissimo una mossa che rischia di indebolire nuovamente lo Yuan rispetto al dollaro.

I tentativi di riequilibrare la bilancia dei pagamenti tra USA e Cina sinora sono stati infruttuosi, anzi controproducenti per gli americani.

Questo taglio rischia di alzare nuovamente la tensione tra le due grandi potenze.

Le Borsa stanno pagando dazio

Il dubbio su questo nuovo innesto di debolezza, che vede le quotazioni di Borsa in discesa, è che non si tratti soltanto di normali realizzi dopo avere ritoccato i massimi dell’anno.

Sappiamo quanto sia stata determinate la fase di preaccordi sui dazi per spingere gli operatori ad acquistare azioni a man bassa.

Ora la mossa di Bank of China potrebbe suscitare una reazione d’orgoglio da parte della Casa Bianca che potrebbe di nuovo rinviare la definizione degli accordi doganali.

In fin dei conti con lo Yuan ancora  indebolito verso il dollaro tutti i conteggi messi in conto dagli analisti americani si spostano nuovamente.

Il pomeriggio odierno sarà da seguire con attenzione in attesa di eventuali tweet di fuoco da parte di Donald Trump.

Molto più improbabile che sia la FED ha rilasciare qualche comunicato.

Dopo di che saranno le chiusure serali americane a definire meglio il trend con cui si andrà a concludere questa ottava sin qui altalenante.

Ricordiamo che oggi scade un setup annuale di Proiezionidiborsa che potrebbe sortire effetti sulla tendenza in corso dei mercati per almeno un paio di settimane.

©Riproduzione riservata. Tutti i testi e le immagini sono protetti da copyright di ProiezionidiBorsa

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.