FCA e Renault cercano aiuti

Il settore automobilistico durante il mese di marzo ha subito un calo dell’85%. Il mese seguente le immatricolazioni sono diminuite del 97% e questo rappresenta il peggior dato nella storia del mercato automobilistico. Le previsioni degli esuberi secondo gli analisti in questo settore si aggira intorno al 10% cioè più di 100mila persone. Le società appartenenti a questo mercato hanno bisogno di nuove immissioni di capitali. Scope Ratings per il 2020 si attende un crollo del mercato di 19 punti percentuali mentre a livello globale la stima è di -9%. FCA e Renault cercano aiuti a causa degli ingenti costi che dovranno sostenere nei prossimi mesi.

FCA e Renault cercano aiuti

Renault e il prestito

La casa automobilistica francese Renault (EURONEXT: RNO) ha siglato un accordo con le banche per un prestito di 5 miliardi di euro garantito dallo Stato. Questo accordo aiuterà la società a far fronte all’epidemia di Covid-19. Il prestito garantito dallo Stato sarà presentato al CDA nei prossimi giorni, prima dell’approvazione formale da parte del Ministero dell’Economia. Questa strategia secondo gli analisti non basterà ad aiutare la casa automobilistica Renault. La società francese infatti stava già subendo perdite nel periodo precedente alla pandemia. Gli analisti si aspettano un ulteriore calo.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Il  dividendo straordinario

FCA  è stata “costretta” a chiedere un prestito a causa del dividendo straordinario dal valore di 5,5 miliardi che dovrà pagare a suoi azionisti. Il prestito richiesto si aggira intorno ai 6,3 miliardi, ciò potrebbe influenzare la possibile fusione con Peugeot. Il pagamento di questo dividendo cosi grande porterebbe a zero a liquidità di questa società. Inoltre secondo la norma, le imprese che accedono ai prestiti garantiti dallo Stato non possono pagare dividendi fino alla fine del 2020. Gli azionisti quindi, potrebbero ricevere la cedola soltanto nel 2021. Nel caso in cui il pagamento del dividendo venisse posticipato, il titolo potrebbe crollare. Nel caso si verifichi questa situazione, gli investitori potrebbero acquistare le azioni di FCA a un prezzo bassissimo.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.