Fase 3, le previsioni sull’andamento economico-finanziario

Fase 3, le previsioni sull’andamento economico-finanziario.

Cosa ci attende per il futuro? Molti si chiedono superata la Fase 2, quali saranno le previsioni sull’andamento economico-finanziario. Dal punto di vista dell’andamento sanitario si registrano la riduzione dei contagi e della mortalità. Preoccupa ora la tenuta sociale dell’Italia: gli effetti economici e finanziari sulle imprese sono al momento poco palpabili e le conseguenze saranno visibili su un arco temporale ben più ampio.

Gli indicatori non sono dei migliori

Intanto dalle previsioni elaborate da Crif su dati Cribis non c’è da stare allegri. Rispetto all’universo delle imprese non finanziarie la flessione del fatturato si prevede sul -10%.

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

Per vedere la luce le aziende devono attendere il 2021. Ma intanto come riusciranno a tenere testa ad una crisi nel breve periodo? Gli aiuti promessi dallo Stato basteranno? Tutti se lo chiedono ma di risposte certe non ce ne sono. L’onda lunga della crisi per alcuni settori merceologici fa tremare i polsi agli imprenditori. Un 2020 bisestile e nefasto da archiviare quanto prima per le imprese italiane. Solo nel 2021 si spera in un recupero parziale del gap rispetto al periodo prima dell’arrivo della pandemia in Italia. Nel biennio 2021-2021 la perdita cumulata di fatturato si potrebbe avvicinare al -3%.

La stima di Crif per l’EBITDA

L’EBITDA oppure margine operativo lordo è un indicatore di redditività che evidenzia il reddito di un’azienda basato solo sulla sua gestione operativa, quindi senza considerare gli interessi, le imposte, il deprezzamento di beni e gli ammortamenti. Questo indicatore subisce gli effetti del lockdown e i tempi per la ripartenza delle imprese. Crif stima infatti una contrazione del -23% rispetto allo scorso anno. Il recupero sarà più evidente nel 2021 ma non basterà a colmare il gap del 2020.

Le imprese fanno i salti mortali

Il profilo finanziario delle imprese italiane è precario a causa del mancato incasso dei crediti e della produzione ferma per mesi. Purtroppo ai mancati incassi si va ad aggiungere il debito finanziario in scadenza nel 2020 accumulato. Le esposizioni creditizie sono una spada di Damocle sulla testa delle aziende italiane. Per la Fase 3, le previsioni sull’andamento economico-finanziario non sono delle migliori.

Scopri Plus500
Scopri Plus500
Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.