Far fare il bagno in mare al cane è meraviglioso ma dobbiamo stare attenti a queste azioni che mettono in pericolo la sua salute

Mancano ormai pochissimi giorni all’inizio delle vacanze estive. Tra poco tempo potremo goderci il nostro meritato riposo e le prime meravigliose giornate di mare. Meglio ancora se abbiamo al nostro fianco un prezioso compagno di vita come il cane. E come sanno bene i fortunati possessori di questi splendidi animali, il mare e la spiaggia sono luoghi magici per Fido. Spetta però a noi minimizzare i rischi per la sua salute. Perché far fare il bagno in mare al cane è davvero divertente ma potrebbe rivelarsi più pericoloso di quello che crediamo. Vediamo per quale motivo e come dovremmo comportarci.

Asciughiamo in fretta il pelo del nostro cane

Nonostante la maggior parte dei nostri cani si trovi a proprio agio al mare, il loro pelo non è nato per essere immerso nell’acqua salata. Il sale contenuto nell’acqua marina rischia infatti di rovinare il pelo e la pelle dell’animale. Quindi non appena il nostro compagno è uscito dobbiamo sciacquarlo subito con acqua dolce. Meglio ancora se fresca (ma non ghiacciata). Riusciremo anche a riequilibrare la sua temperatura corporea.

Attenzione al pericolo dell’acqua di mare

Se il cane si trova a fare il bagno in mare per la prima volta non è da escludere che beva molta acqua. Il rischio è che l’acqua marina ricca di sale possa provocare vomito e diarrea. Nulla di cui preoccuparsi eccessivamente, ma è meglio ridurre i fattori di pericolo. Una buona pratica è quella di dargli da bere dell’acqua dolce nuova. Probabilmente riusciremo a ridurre la quantità di sale presente nel corpo di Fido e a farlo sentire subito meglio. Se l’animale continua a vomitare nonostante il nostro intervento dobbiamo recarci in fretta dal veterinario più vicino.

Far fare il bagno in mare al cane è meraviglioso ma dobbiamo stare attenti a queste azioni che mettono in pericolo la sua salute

Il pelo non è l’unica parte del corpo a rischio per il cane. La pelle, gli occhi, le zampe e le orecchie sono altre zone particolarmente delicate. Per proteggere la pelle possiamo usare della crema solare specifica per cani.

Per le altre parti possiamo aiutarci con un panno in microfibra con cui asciugare Fido ogni volta che esce dall’acqua. Eviteremo così fastidiose patologie come micosi, otite e altre infezioni alle orecchie.

L’ultimo consiglio è quello di non forzare il cane a fare il bagno. Altrimenti rischiamo di traumatizzarlo per sempre. Procediamo con gradualità, avviciniamoci all’acqua tenendolo al guinzaglio e magari entriamo in mare tenendolo in braccio. Lo stiamo portando in un ambiente nuovo che forse non conosce.

Se vediamo che l’animale è perfettamente a suo agio possiamo rilassarci e giocare in acqua con lui. Insegniamogli anche a non ingerire tutto quello che trova. Alghe, animaletti sulla spiaggia e insetti sono insidie da non sottovalutare mai.

Lettura consigliata

Il caldo non è l’unico pericolo per il cane a giugno, ma ecco come proteggerlo da zecche, parassiti e altre temibili insidie

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te