Fai attenzione alla “nicturia”, un disturbo che potresti avere anche tu

Quando sentiamo il bisogno impellente di alzarci di notte, per andare a fare la pipì, non è una cosa così normale. Può infatti capitare una volta ogni tanto, ma, se capita spesso, fai attenzione alla “nicturia”, un disturbo che potresti avere anche tu. La scienza definisce tecnicamente così la necessità fisiologica di urinare nel cuore della notte, interrompendo il sonno. Proprio per evitare che questo accada, leggi con noi i suggerimenti dei nostri Esperti in questo articolo di Pdb.

Le eventuali cause

Nel caso in cui l’alzata notturna con direzione bagno sia cosa non rara, la “nicturia” potrebbe dipendere sostanzialmente da due disfunzioni abbastanza gravi:

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

a) un’insufficienza renale;

b) il diabete nefrogenico.

Nel primo caso soffriamo di un malfunzionamento dei nostri reni, che faticano a filtrare e smaltire le tossine. In questa situazione il nostro organismo richiede sempre più acqua per venire incontro all’insufficienza renale. Ecco quindi, che bevendo tanto, e avendo sempre sete, sentiamo l’esigenza di fare la pipì molto più spesso. Nel secondo caso invece, i reni si trovano in difficoltà, producendo tanta pipì, a causa della disfunzione dell’ormone che la regola. Se avete sempre sete, e di conseguenza andate molto spesso in bagno, potete soffrire di questo disturbo.

Cosa fare per evitare le alzate notturne

Fai attenzione alla “nicturia”, un disturbo che potresti avere anche tu, ma, che puoi anche anticipare, se, non così grave, bevendo durante il giorno. Nel caso in cui infatti, le alzate notturne siano rare, e fatalmente, coincidano magari con le nostre serate, ricordiamoci di smettere di bere almeno due ore prima di coricarci. Se invece abbiamo un tipo di vita molto attivo, sia al lavoro che nel tempo libero, e abbiamo bisogno di reidratarci, ricordiamoci di farlo durante tutta la giornata. Questo ci garantirà infatti di non sovraccaricare i reni di lavoro, permettendo loro di svolgere in maniera equilibrata l’attività per la quale sono preposti.

Approfondimento

Mantieni alta la concentrazione al lavoro con i fiocchi d’avena, mangiati a colazione

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Consigliati per te