Facciamo attenzione a queste 3 cose fondamentali per proteggere il nostro conto in banca in vacanza

Ci può capitare di abbassare la guardia soprattutto in vacanza. Usiamo la nostra carta di credito o il bancomat per fare i nostri acquisti o pagare al ristorante. Ma in questo periodo più che mai è importante pensare alla sicurezza dei nostri dati digitali. Questo perché siamo più a rischio di subire truffe e furto di dati. È proprio per questo che lo Staff di ProiezionidiBorsa illustrerà 3 regole indispensabili da seguire per proteggere i nostri dati e i nostri sudati soldi dai malintenzionati.

Ricordiamoci anche del Green Pass

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il certificato verde che ci permette di muoverci liberamente in tutti i Paesi della UE va protetto. Ne abbiamo già parlato in questo articolo “Attenzione, ecco come scaricare il green pass e cosa invece assolutamente evitare”. Il QR code contiene i nostri dati personali che fanno gola a tanti truffatori. Diffidiamo di strani codici che ci arrivano per SMS e mostriamolo solo alle autorità.

Facciamo attenzione a queste 3 cose fondamentali per proteggere il nostro conto in banca in vacanza

La prima cosa a cui fare attenzione è sicuramente il WIFI pubblico. Chi non è felice di poter navigare comodamente sdraiato sul lettino senza preoccuparsi della linea. Ma per quanto comodo può nascondere tante insidie. La rete non ha protezione e una persona un po’ più pratica di tecnologia può avere accesso al nostro cellulare. Quindi evitiamo di usare l’App della nostra banca o fare acquisti se collegati ad un WIFI pubblico.

Il tanto temuto “Skimming”

Abbiamo già affrontato l’argomento in un precedente articolo. “Attenzione perché prelevare soldi contanti dal bancomat o fare pagamenti con il POS potrebbe costare caro ai titolari di conto corrente distratti”. Questo fenomeno altro non è che un tentativo di clonare la nostra carta. In vacanza spesso preleviamo al primo bancomat che troviamo senza rifletterci troppo. Ma potrebbero esserci dei dispositivi per rubarci PIN e dati della carta. Quindi scegliamo un bancomat illuminato, proteggiamo con la mano il tastierino mentre digitiamo il PIN. E se possibile preferiamo un bancomat che sia al chiuso e non di passaggio.

Per finire occhio alle offerte troppo belle per essere vere. Controlliamo sempre che il sito da cui stiamo acquistando sia affidabile. In basso deve essere riportata la Partita IVA e tutte le informazioni sull’acquisto. Non mettiamo i dati della nostra carta se non siamo sicuri.

Allora, facciamo attenzione a queste 3 cose fondamentali per proteggere il nostro conto in banca in vacanza. Con questi accorgimenti non dovremo preoccuparci che il nostro conto venga prosciugato!

Consigliati per te