F24: quali imposte conviene rinviare in caso di difficoltà?

Ogni imprenditore sa che possono esserci situazioni in cui non è possibile pagare tutti gli importi presenti sul modello F24, ed allora ci si trova nella situazione di dover decidere che cosa pagare subito e che cosa rinviare a quando magari la situazione finanziaria sarà migliore.
La risposta dipende dalla possibilità e dai tempi che ogni tipo di imposta ci dà per regolarizzare omessi o insufficienti versamenti, beneficiando della riduzione delle sanzioni.

F24: possibilità di non pagare le imposte

La prima cosa da pagare senza dubbio sono i contributi previdenziali, i contributi previdenziali non sono soggetti a ravvedimento operoso quindi nel caso di omesso o ritardato versamento, entro il termine stabilito dalla legge, per ogni giorno di ritardo è dovuta la sanzione civile inoltre, il mancato pagamento può compromettere il rilascio DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) necessario per ottenere e svolgere incarichi per le Pubbliche Amministrazioni.

La seconda cosa da pagare sono i debiti IVA poiché con l’introduzione delle Lipe trimestrali (comunicazioni IVA delle liquidazioni periodiche) e con l’approvazione del DL 193/2016, introdotto al fine di contrastare l’evasione IVA, è stata prevista una deroga alla disciplina ordinaria, autorizzando l’Agenzia delle Entrate ad inviare avvisi bonari sprint ai contribuenti e di fatto escludendo la possibilità di ricorrere al ravvedimento operoso in caso di IVA non versata.

F24: IRPEF, IRAP, IRES

Le cose vanno decisamente meglio in caso di omissione del versamento dei saldi delle imposte IRPEF, IRAP, IRES per le società di capitali, in questo caso l’avviso bonario arriverà probabilmente l’anno successivo quindi c’è tempo per valutare e ravvedersi.
Va ancora meglio per gli acconti di queste imposte poiché l’avviso bonario non arriverà prima di un paio d’anni in quanto bisogna presentare la dichiarazione e quindi c’è un buon margine di tempo.

Anche le ritenute effettuate su redditi da lavoro dipendente o autonomo danno abbastanza tempo perché prima della presentazione del 770, che avviene l’anno successivo a quello in cui erano dovute queste ritenute, non ci viene chiesto nulla, quindi in alcuni casi si potrebbe aspettare anche un paio d’anni senza pagare con la possibilità di fare un ravvedimento operoso.

Insomma questo è il quadro della situazione ma il consiglio è pagare tutto e se per difficoltà economiche e del ciclo aziendale non si può pagare tutto, questo articolo può essere utile per minimizzare i problemi legati ai mancati pagamenti.

Articoli precedenti Aziende e Fisco

 

Franco Laureana

Profilo News Contatto

F24: quali imposte conviene rinviare in caso di difficoltà? ultima modifica: 2019-07-09T09:04:29+02:00 da Franco Laureana

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.