Exor potrebbe esplodere al rialzo nel 2019

Exor (EXO) ha chiuso la seduta del 28 dicembre a 47,26€ in rialzo del 2,83%. Il titolo ha segnato i massimi annuali durante la settimana del 7 maggio a quota 66,06€. Il minimo annuale, invece, è stato segnato durante la settimana del 24 dicembre a 45,55€.

L’anno che sta per chiudersi è stato condizionato da moltissimi fattori. Innanzitutto dalla morte di Sergio Marchionne che ha generato dubbi su come la famiglia Agnelli riuscirà a gestire il gruppo (Exor ancora indecisa sul suo futuro).  Inoltre la crisi del settore automotive ha indebolito ulteriormente il titolo. Nonostante la discesa del titolo, però, la famiglia Agnelli ne ha approfittato per realizzare un piano di buyback per un totale di circa 300 milioni di euro (Exor: il piano di buyback sosterrà il titolo?).

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Che Exor sia un titolo molto interessante è confermato anche dal giudizio degli analisti. Il consenso medio sul titolo, infatti, è BUY con un prezzo obiettivo medio di 72,1€. Secondo il consenso, quindi, il titolo ha un potenziale rialzista dai valori attuali pari a oltre il 50€.

A sinistra andamento del valore medio del prezzo obiettivo di Exor secondo il giudizio degli analisti. A destra è riportato il numero di analisti che hanno dato un certo tipo di giudizio e la stima, con anche i valori massimo e minimo, del prezzo obiettivo

A sinistra andamento del valore medio del prezzo obiettivo di Exor secondo il giudizio degli analisti. A destra è riportato il numero di analisti che hanno dato un certo tipo di giudizio e la stima, con anche i valori massimo e minimo, del prezzo obiettivo

Analisi tecnica e previsioni sul titolo Exor

Sul time frame giornaliero la tendenza in corso è saldamente ribassista. Dopo aver segnato il minimo annuale il 27 dicembre il titolo ha tentato un rimbalzo, ma nulla pè cambiato. La proiezione ribassista, infatti, punta ancora il II° obiettivo di prezzo in area 44,952€. Alla rottura di questo livello le quotazioni andrebbero a puntare il III° obiettivo di prezzo in area 40,5€. Un’inversione rialzista si avrebbe solo con chiusure giornaliere superiori a 49,417€.

Per il 2019 il livello chiave da monitore è, sul time frame mensile, area 42,56€ La sua rottura in chiusura mensile farebbe precipitare il titolo verso l’obiettivo successivo in area 19,073€. Per un’inversione di lungo periodo, invece, sarebbe necessaria una chiusura mensile superiore ad area 57€. In questo caso il titolo potrebbe superare gli 80€.

EXOR: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Exor: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Exor: proiezione ribassista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Exor: proiezione ribassista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te