EuroDollaro: il rialzo continua, ma attenzione alle figure classiche dell’AT e al loro potenziale ribassista. Ci aspetta una settimana decisiva

Settimana scorsa scrivevamo (EURUSD: la forza dell’Euro potrebbe spingere il cambio oltre i massimi del 2017)

SCARICA GRATIS IL REPORT DI PROIEZIONIDIBORSA PER L’ANNO 2018

La settimana appena conclusasi è stata ancora una volta da manuale.

Prima il test del supporto in area 1.1851 e successivamente la ripartenza verso gli obiettivi rialzisti.

A questo punto diventa decisivo cosa succederà in corrispondenza dei massimi annuali segnati a settembre. La rottura di area 1.21, infatti, aprirebbe le porte a un ulteriore allungo rialzista in area 1.25.

Ancora una volta i ribassisti devono monitorare il supporto in area 1.1851.

La settimana appena conclusasi ha visto le quotazioni continuare nel loro rialzo, ma senza andare oltre il massimo segnato a settembre 2017 in area 1.21. Il massimo della settimana, infatti, è stato solo 4 pips inferiore a quello precedente del 2017.

Settimana prossima, quindi, tutti i nodi verranno al pettine: o si rompono i massimi del 2017 e si prosegue verso gli obiettivi indicati in figura oppure il doppio massimo provocherà una discesa delle quotazioni con una massima estensione prevista in area 1.04.

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te