Etruria e Medioevo un connubio che unisce Volterra e San Gimignano

Etruria e Medioevo un connubio che unisce Volterra e San Gimignano. Se mai avete desiderato tornare indietro nel tempo, allora dedicate un fine settimana a due mete della splendida Toscana: Volterra e San Gimignano. Infatti, gli appassionati di storia, arte e archeologia qui troveranno di che deliziarsi. Dunque Etruria e Medioevo sono un connubio che unisce Volterra e San Gimignano, per immagazzinare ricordi ed emozioni. Musei, chiese, torri, palazzi e reperti etruschi e romani, tutti assieme per un’esperienza unica. E senza considerare che questa meravigliosa zona vi sorprenderà con la sua cucina e con i suoi vini!

Cosa vedere a Volterra

  • – Il Teatro romano
  • – Il Museo etrusco Guarnacci
  • – L’Acropoli etrusca
  • – La porta all’Arco etrusco
  • – Il Palazzo dei Priori

Cosa vedere a San Gimignano

  • – Il Duomo del XII secolo
  • – La Cappella di Santa Fina
  • – Piazza del Duomo
  • – Il Museo della tortura

Perché vedere Volterra e San Gimignano

Il tramonto a Volterra, ammirato dall’alto della città, ci è parso secondo solo a quelli indimenticabili dei nostri mari. D’Annunzio, il vate, la definì “d’alabastro”, in omaggio al prezioso materiale che da secoli viene estratto in zona. Etruria e Medioevo un connubio che unisce Volterra e San Gimignano, qui raggiunge il suo apice, con una ricchezza di siti e reperti da levare il fiato

Dunque il nostro consiglio è quello di trovare una locanda o un affittacamere e dormire all’interno delle mura. Poi, senza essere presi per pazzi, uscite e percorrete le vie principali al buio della notte o dell’alba. Nel silenzio più assoluto, San Gimignano vi riporterà indietro nel tempo, in pieno Medioevo. Spererete, come accaduto a noi, di incontrare una pattuglia di armigeri, dei mercanti dagli abiti sgargianti, delle dame dai volti leonardeschi. Infatti questa è la città che in origine aveva ben 72 torri, oggi 13, una per ogni famiglia benestante della città!

Assaggi e sorseggi

In questi pochi chilometri che le dividono, queste due realtà abbondano anche di tradizione culinaria e bacchica.  Quindi consigliamo vivamente:

  • – Il tagliere di affettati di cinghiale
  • – La zuppa alla volterrana, con fagioli, verdure di stagione, pepe e pane toscano
  • – La schiacciata con la porchetta toscana
  • – La Vernaccia di San Gimignano, un bianco Doc delizioso
  • – Il Chianti Doc dal gusto inebriante
Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te