Esplosione al rialzo nel 2020 per Moncler oppure l’offerta di Kering non ci sarà?

Nel 2020 potremmo assistere a un’ esplosione al rialzo delle quotazioni di Moncler qualora l’offerta di Kering si dovesse concretizzare. Dell’impatto di questa trattativa sui prezzi ne abbiamo avuto riscontro quando sono iniziate a circolare le prime indiscrezioni. Giovedì 5 dicembre, appena sono iniziate a circolare le prime indiscrezioni Moncler è arrivato a guadagnare oltre il 12% per poi concludere la settimana con un guadagno dell’8% rispetto ai prezzi pre-indiscrezioni.

La domanda adesso è: si concretizzerà l’interesse di Kering con conseguente esplosione al rialzo delle quotazioni Moncler oppure ci sarà un nulla di fatto con tutto quello che ne potrebbe conseguire?

Quando ci sono indiscrezioni di questo tipo ci sono diversi approcci all’investimento. Seguire le indiscrezioni e sfruttare ogni minima esplosione al rialzo o al ribasso dei prezzi. Concentrarsi sui fondamentali del titolo che, nel caso di Moncler, sono molto buoni. Tapparsi le orecchie e seguire solo le indicazioni dell’analisi grafica.

Della solidità di Moncler abbiamo già avuto modo di parlare in precedenti articoli (Investire i propri risparmi nel settore del lusso con Moncler conviene?). Quest’oggi ci concentreremo sulle indiscrezioni relative all’operazione Kering – Moncler e sull’analisi grafica previsionale.

Per gli articoli precedenti e la scheda del titolo Moncler  clicca qui.

Andrà in porto l’affare Kering – Moncler?

Che ci sia in corso qualcosa è stato confermato dallo stesso AD di Moncler, Ruffini, che ha dichiarato

Periodicamente intratteniamo contatti e interloquiamo con investitori e altri operatori del settore, tra cui il gruppo Kering, su potenziali opportunità strategiche per promuovere ulteriormente lo sviluppo di Moncler, senza che, allo stato, vi sia alcuna ipotesi concreta allo studio

Il problema, però, è un altro. Come riporta IlSole24Ore, c’è una grossa differenza tra le due società nella definizione del prezzo della azioni Moncler. Allo stato attuale, infatti, la società dei piumini quota a circa 30 volte gli utili a fronte di un settore di riferimento che quota a circa 20 volte gli utili, Si capisce, quindi, come Kering punti a un prezzo più basso.

Da queste informazioni si può concludere che in due casi su tre (fallimento della trattativa, prezzo più bassi. Il terzo caso sarebbe quelli un cui Kering paga un prezzo più alto) le ripercussioni su Moncler potrebbero essere negative.

D’altra parte il prezzo obiettivo medio degli analisti è circa 41€ leggermente inferiore alle quotazioni attuali.

Prestare, quindi, molta attenzione e applicare tutte le strategie operative che permettano una prudente gestione del rischio.

Analisi grafica e previsionale

Moncler  (MONC) ha chiuso la seduta del 6 dicembre a quota 42,2€ in rialzo del 2,03% rispetto alla seduta precedente.

La proiezione in corso sul time frame settimanale è rialzista e punta al II° obiettivo di prezzo in area 49,384€. La massima estensione del rialzo in corso, invece, si trova in area 58,277€.

I ribassisti potrebbero prendere il sopravvento con chiusure settimanali inferiori a 40,491€.

moncler

Moncler: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

 

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te