Esistono 2 ottime alternative al burro nei dolci ma anche 1 ingrediente che sarebbe da evitare

torta

Quando ci mettiamo al lavoro in cucina con l’intenzione di preparare una torta, forse possiamo già avere in mente cosa fare. Ma magari ci preoccupiamo se manca qualche ingrediente. In realtà, questo non è un problema perché quasi ogni alimento si può sostituire con un altro, seguendo alcune regole. Ad esempio, questo è il caso del burro. Cambiarlo con qualcos’altro può essere utile innanzitutto nel caso di intolleranze oppure per realizzare un dolce maggiormente leggero o anche solo se il burro manca nel nostro frigo.

Certo, l’alimento è molto dolce e corposo e dona ai preparati quel sapore in più che li rende irresistibili. Ma possiamo ottenere lo stesso risultato anche sostituendolo nel modo corretto e nelle giuste dosi.

Esistono 2 ottime alternative al burro e la prima è lo yogurt

Esistono ricette molto semplici, nelle quali l’uso del burro non è previsto neanche in parte. In altre, invece, l’ingrediente sembra fondamentale. Ma se non possiamo adoperarlo o non lo abbiamo? La prima alternativa consiste nell’utilizzo dello yogurt. Questo può essere scelto bianco e al naturale, magari anche con zero grassi, per una torta light. Il risultato finale non farà rimpiangere l’assenza del burro e renderà il dolce preparato molto particolare. Le dosi ideali prevedono di sostituire 100 g di burro con 1 tipico vasetto di yogurt da 125 g. Una mossa speciale è sceglierlo alla vaniglia, per conferire alle torte il tipico sentore dolce.

La ricotta

La seconda alternativa al burro è la ricotta. Dovremmo sceglierla di tipo dolce, molto compatta e asciutta. Prima di utilizzarla nell’impasto, dovremo scolarla del siero in eccesso. Nel caso della sostituzione di 100 g di burro, dovremo usare 125 g di ricotta. Il risultato finale sarà impeccabile. Dunque, esistono 2 ottime alternative al burro per i nostri dolci. Ma, attenzione. Ce n’è anche una che inciderebbe in negativo sul risultato finale.

Cosa non usare per conservare il sapore

Si parla spesso dell’uso alternato dell’olio o del burro nelle ricette. Dando l’impressione che questi due ingredienti possano sembrare intercambiabili. L’olio, in realtà, non restituisce alle preparazioni la stessa resa del burro. In particolare, la variante da evitare è quella dell’olio extravergine d’oliva. Certo, questo ingrediente sarebbe considerato sano e anche ricco di proprietà benefiche per l’organismo. Ma nei dolci proprio non va e soprattutto al posto del burro.

Il sapore dell’olio di oliva extravergine è, infatti, molto forte. E si avvertirà quasi con prepotenza assaggiando la torta. Se proprio fossimo sprovvisti di yogurt e ricotta, potremmo eventualmente usare l’olio di semi. Dal gusto maggiormente neutro, non intacca la resa finale del dolce. Dovremmo quindi usare 80 ml di olio di semi al posto di 100 g di burro.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te