Esiste una pensione per chi non ha contributi versati?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Una persona che non ha mai lavorato, o che anche non ha mai lavorato in modo regolare, potrebbe accedere a qualche sorta di  sussidio? Esiste una pensione per chi non ha contributi versati? Lo Stato la prevede? Ecco la domanda a cui risponderà ProiezionidiBorsa.

La condizione di tanti

In Italia le pensioni sono distribuite statisticamente nel seguente modo: “Il 36,3% dei pensionati riceve ogni mese meno di 1.000 euro lordi, il 12,2% non supera i 500 euro. Un pensionato su quattro (24,7%) si colloca, invece, nella fascia di reddito superiore ai 2.000 euro” (fonte ISTAT fine 2018).

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Le persone che percepiscono un reddito da pensione lordo di meno di 500 euro sono ben il 12,2%. Considerando che il numero di pensionati in Italia si aggira intorno ai 14.021.600, le persone che percepiscono la pensione più bassa di circa 500 euro al mese sono 842.760. Questi sono i pensionati che ricevono la cosiddetta pensione sociale. Quindi, alla fine, sappiamo che esiste una pensione per chi non ha contributi versati.

Chi ha diritto a questa pensione?

Chi, per l’anno 2020, registra un reddito annuale non superiore a 5.977,79 euro, o se si è in coppia, non superiore a 11.908 euro. Naturalmente nel computo rientrano alcune categorie di beni come redditi esenti da imposta o redditi di terreni o fabbricati.

Una contraddizione pensionistica

Secondo l’ISTAT c’è una soglia al di sotto della quale si è considerati poveri e questa ammonta a 780 euro mensili. In altre parole, chi ha un reddito inferiore a 780 euro al mese è povero. Per questo motivo a partire dal 2021 l’assegno sociale sarà trasformato in assegno di cittadinanza e avrà il giusto valore di 780 euro mensili. Una manovra che costerà 236 milioni di euro e che avrà lo scopo di riequilibrare il dislivello sociale. Un dislivello in cui il 25% riceve più di 2000 euro e il 12% solo 500.

Dato ancor più giusto se si pensa che il 63% di coloro che ricevono la pensione sociale sono donne. Probabilmente dopo aver svolto il lavoro di mamma o di casalinga. Un giusto riconoscimento per chi ha contribuito a mantenere la famiglia italiana ancora viva.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te