Errori gravi che mettono in pericolo cani e gatti quando viaggiamo in macchina o camper per tragitti lunghi in estate

È finalmente arrivato il momento di andare in vacanza. Molte famiglie italiane si stanno preparando a uno dei momenti più attesi dell’anno. Prenotazioni di voli, treni, alberghi e preparazione di valigie richiedono un’attenta ricerca e programmazione.

Eppure, coloro che trovano sempre più difficoltà nell’andare in ferie sono i proprietari di animali domestici. In Italia, almeno 4 italiani su 10 ne hanno 1. Secondo il Rapporto Assalco- Zoomark, il 92% degli italiani li considera come membri della famiglia. Eppure il tasso d’abbandono nel Paese è ancora alto, soprattutto nel periodo estivo.

Soprattutto chi ha un cane o un gatto prova una certa preoccupazione quando si tratta di spostarsi e viaggiare. I costi dei mezzi di trasporto e le restrizioni rispetto alla taglia dell’animale sono ancora un impedimento.

Ecco perché molti si sono attrezzati per viaggiare in macchina o in camper anche quando si tratta di percorsi lunghi. Ma ecco gli errori gravi che mettono in pericolo cani e gatti durante un viaggio in macchina, nel caldo estivo.

Cani e gatti non hanno gli stessi nostri livelli di sopportazione delle alte temperature. Un cane inizia a soffrire il caldo molto prima di noi avendo una temperatura media di 38,3°C. Stessa cosa per il gatto. Questa è la ragione per cui un viaggio in macchina, senza le giuste precauzioni, può risultare molto pericoloso.
Ciò non accade se seguiamo i consigli degli esperti che renderanno il viaggio più agevole e meno stressante per noi e il nostro 4 zampe.

Errori gravi che mettono in pericolo cani e gatti quando viaggiamo in macchina o camper per tragitti lunghi in estate

La prima regola, quando si vuole viaggiare col proprio animale, è controllare preventivamente il suo stato di salute. Cani e gatti anziani non dovrebbero mai essere sottoposti allo stress di tante ore in un abitacolo caldo. I cuccioli, invece, dovranno essere abituati gradualmente, con viaggi brevi.

Le ore migliori per viaggiare sono quelle dove la temperatura scende. Quindi, mai intraprendere un viaggio a metà mattina o nel primo pomeriggio. Anche se attiviamo l’aria condizionata, potrebbe non essere sufficiente ad areare correttamente la macchina.

È fondamentale che l’animale abbia sempre a disposizione dell’acqua fresca o che vengano fatte più soste durante il tragitto. Una tovaglia bagnata dove l’animale possa stendersi può essere un’idea intelligente. Tenere i finestrini aperti, così che il cane si sporga, potrebbe provocargli otiti, congiuntiviti o addirittura ferite.

Un altro aspetto importantissimo riguarda il cibo, che dovrà essere somministrato in porzioni più piccole e preferibilmente alla sera o alla mattina presto. Cerchiamo anche di averlo sempre fresco perché le scatolette in estate marciscono in poche ore se aperte.

Ricordiamoci che la Legge italiana prevede che l’animale viaggi all’interno di trasportini, kennel o nel vano posteriore dell’auto, diviso da una rete. Il cane può viaggiare sul sedile posteriore se munito di cintura di sicurezza apposita.

Lettura consigliata

Come viaggiare con un cane o un gatto in aereo, treno e nave e i segreti per risparmiare in vacanza portando il nostro animale

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te