L’errore peggiore che molti fanno quando adottano un cucciolo e che può traumatizzarlo a vita

Adottare un cucciolo è sempre una gioia per tutta la famiglia, e la compagnia di un cane saprà regalarci innumerevoli momenti di felicità.

La prima cosa da fare quando si porta a casa un cucciolo, ma anche un cane adulto, è quella di insegnargli a non fare mai la pipì in casa, ma di attendere la prossima uscita prima di fare i propri bisogni.

Purtroppo, per insegnare al cane a non fare i bisogni in casa, molti adottano delle tecniche sbagliate, che derivano da delle vere e proprie leggende metropolitane senza alcun fondamento. Tra queste, c’è l’idea di punire il cane mettendogli il naso nella pipì quando fa i bisogni in un luogo sbagliato. Non c’è nulla di peggio. Questo comportamento potrebbe rovinare per sempre il nostro rapporto con il cane. È l’errore peggiore che molti fanno quando adottano un cucciolo e che può traumatizzarlo a vita.

Perché non bisogna mai mettere il naso del cane nella pipì

Innanzitutto, mettere il naso del cane nella pipì non serve affatto a insegnargli a non fare la pipì in casa. Questo perché il cane non ha modo di associare il suo comportamento a quella punizione. Il cane non capisce che gli stiamo mettendo il naso nelle urine come punizione per un’azione avvenuta magari ore prima. Si tratta di un metodo completamente inutile.

Ma può essere anche dannoso: il risultato sarà che il cane inizierà ad avere paura di vederci tornare a casa, e a temere di approcciarci. Non si sentirà rilassato in nostra presenza. Potrebbe addirittura nascondersi e fuggire. Rischieremmo di rovinare per sempre il nostro rapporto con il nostro cucciolo. Che è esattamente l’opposto di quello che vogliamo. Mettere il naso del cane nella pipì è l’errore peggiore che molti fanno quando adottano un cucciolo e che può traumatizzarlo a vita.

Ignorare l’incidente per costruire un rapporto di fiducia col nostro cane

Cosa conviene fare al posto dell’errore peggiore che molti fanno quando adottano un cucciolo e che può traumatizzarlo a vita? Se il cane fa la pipì in casa, la strategia migliore è quella di ignorare completamente l’incidente, pulire la pipì, e non sgridare il cane. Dovremo semplicemente tenere gli occhi aperti e leggere i segnali ogni volta che il cucciolo avrà bisogno di orinare. Portaìiamolo fuori anche molte volte al giorno nelle prime settimane. Ci vuole pazienza, ma il risultato sarà un cane ben educato e amichevole. Il compagno che abbiamo sempre sognato.

Se il nostro cucciolo soffre di ansia da abbandono, o se dobbiamo lasciarlo solo per molte ore durante la giornata, possiamo aiutarlo a non soffrire la solitudine lasciando per lui un regalo semplicissimo che potrà combattere l’ansia e fargli compagnia.

Consigliati per te