Era il lontano 2007

A cura di Gian Piero Turletti Autore degli Ebooks: Magic Box e PLT Edizioni Proiezionidiborsa

Anche nella giornata di ieri è stato versato del sangue, nella strade d’Europa, in Germania, ed in Turchia.

I problemi che affliggono la quotidianità dei comuni cittadini si sono moltiplicati.

Oggi non è escluso neppure il rischio concreto di mettere a repentaglio la propria incolumità, anche solo andando a visitare qualche mercatino natalizio.

Né mancano i problemi finanziari, per molti che pensavano di essere sicuri, a suo tempo, investendo i propri risparmi in una banca antica come MPS.

Purtroppo le cose non stanno così, e la sicurezza, forse solo ipotetica, di un tempo, ha lasciato spazio ad insicurezze ed ansie diffuse.

In questo contesto, potrebbe svolgere un ruolo importante quell’insieme di misure, che un governo può assumere, per tutelare i propri cittadini, anche finanziariamente, ma anche l’analisi tecnica.

Può sembrare strano, ma soprattutto analisi tecniche di lungo periodo, particolarmente efficaci, possono servire per evitare di investire su un asset, che solo a distanza di tempo sarà evidente, per tutti, che era particolarmente rischioso.

Ma, appunto, certe tecniche potevano dirlo con largo anticipo.

Di tali principi, possiamo avere una dimostrazione, tramite un’applicazione al titolo MPS.

In questi ultimi giorni, il governo ha predisposto un decreto, relativo al sistema bancario, praticamente finalizzato ad intervenire sui problemi settoriali, e che a breve potrebbe servire per risolvere la questione MPS.

Tali misure non paiono, però, rispettare la normativa europea, che vorrebbe sacrificati gli investitori, con il famoso bail in.

Ma la cosa migliore che un investitore potesse fare è stare alla larga da asset come MPS.

La tecnica PLT avvisava di un ribasso di lungo termine sin dal novembre 2007, e da allora non ha più fornito alcune segnale rialzista, seguendo sino in fondo l’ormai decennale ribasso sul titolo.

Bastava seguire le indicazioni di PLT, per capire non si doveva tornare sul titolo, nonostante a molti i prezzi sembrassero attraenti.

In casi come questo, rappresentato da MPS, vi sono sempre due aspetti principali.

Uno pubblico, sociale e politico, rivolto a cercare di limitare i danni per i risparmiatori e per la collettività, ed uno privato.

Ovviamente, è opportuno che ognuno, prima ancora di attendere eventuali risposte dallo stato, una volta effettuato l’investimento sbagliato, cerchi in proprio di evitare determinati investimenti, da cui l’importanza anche delle scelte personali, appunto private.

Per farlo, occorrono però metodi particolarmente efficienti, come appunto PLT.

Aver seguito quel segnale, e la successiva mancanza di segnali di inversione, avrebbe consentito a molti di evitare un investimento, che ha creato solo ansie e preoccupazioni.

Speriamo che la questione si risolva, ma intanto possiamo fare molto, personalmente, per cercare di avere le probabilità dalla nostra parte, quando effettuiamo un investimento.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te