È il momento giusto per acquistare azioni?
Se hai 350.000 €, ricevi aggiornamenti periodici e scarica senza spese Prospettive sul Mercato Azionario. Scopri di più >>

ENI rimane sempre il favorito tra i petroliferi?

Le azioni ENI (EN.IT)   hanno chiuso la seduta del 14 novembre a 14,926€ in ribasso  dell’1,47%.

Nelle ultime settimane abbiamo assistito a un tracollo delle quotazioni del petrolio di cui abbiamo riportato nell’articolo (Petrolio: dove si arresterà il crollo?, leggi tutto). Un ribasso così feroce non si vedeva dal 17 gennaio del 1991, quanto in una sola seduta il prezzo  perse oltre il 10%!

Chiaramente un tale tracollo non ha lasciato indenne i titoli petroliferi di Piazza Affari.

Di Saipem abbiamo già detto in un precedente articolo (Saipem vicina all’inversione rialzista?, leggi tutto), mettendo  in evidenza il punto di approdo del ribasso èin corso collocato in area 4,1021€, III° obiettivo di prezzo (limite invalicabile).

Oggi ci occuperemo di ENI.

ENI alla conquista del Golfo Persico (La Repubblica)

Il 2018 di ENI è stato caratterizzato da alcune piccole operazioni nell’area del Golfo Persico.

A marzo ha acquistato una piccola quota di un giacimento petrolifero negli Emirati Arabi Uniti. Il 13 novembre, la seconda operazione, che consolida la presenza di Eni nel paese che si affaccia sul Golfo Persico: una quota molto più significativa di un giacimento di gas naturale con riserve che si annunciano particolarmente ricche. A prima vista, potrebbe trattarsi di due “piccole concessioni”. In realtà, fanno parte di un processo che sta portando la società di Metanopoli in un mercato in cui non era presente.

Due operazioni che erano state procedute, nel novembre 2017, da un altro tipo di accordo, questa volta nel sultanato dell’Oman.

Senza troppi proclami, Eni sta costruendo una sorta di nuova storia industriale nella penisola arabica, area del mondo petrolifero che, finora, aveva per così dire “sfiorato”, nonostante i consolidati rapporti commerciali.

Il giudizio degli analisti su ENI

Alla luce di questa strategia e dei risultati della trimestrale, ENI continua a essere il preferito tra i titoli del settore petrolifero (MilanoFinanza).

MORGAN STANLEY UNDERWEIGHT  14.60 €
UBS BUY 18.50 €
KEPLER CHEUVREUX BUY 21.00 €
EQUITA SIM BUY 19.50 €
CREDIT SUISSE OUTPERFORM 21.00 €
CITIGROUP BUY 19.00 €
BANCA IMI BUY 20.50 €
HSBC BUY 19.50 €

Analisi tecnica di Proiezionidiborsa sul titolo ENI

Sul titolo è in corso una proiezione ribassista. Dopo che le quotazioni hanno raggiunto area 15,8191€, l’incapacità di superare questo livello ha provocato un’immediata discesa che potrebbe portare nuovamente le quotazioni fino al II° obiettivo di prezzo in area 14,9728€. La rottura di questo livello e l’incapacità di un suo pronto recupero sono un chiaro segnale della volontà delle quotazioni di scendere fino in area 14,1285€ (III° obiettivo di prezzo)

Al rialzo la ripresa passa per la rottura della resistenza in area 14,9728€.

ENI: proiezione ribassista in corso sul time giornaliero

ENI: proiezione ribassista in corso sul time giornaliero

ENI rimane sempre il favorito tra i petroliferi? ultima modifica: 2018-11-15T07:01:47+00:00 da redazione
Tickmill
Tickmill
Opera sui Mercati con XM
Opera sui Mercati con XM

È il momento giusto per acquistare azioni?

Le Fonti TV
Segui Le Fonti TV su Facebook

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.