ENEL riuscirà a ripetere l’ottimo 2020 anche nel corso del 2021?

Nonostante gli alti e bassi il 2020 è stato per ENEL  (+17 rispetto al -5% del Ftse Mib) un anno eccezionale. Basti pensare che negli ultimi 20 anni solo 4 volte la performance annuale è stata superiore a quella del 2020. Il titolo ENEL riuscirà a ripetere l’ottimo 2020 anche nel corso del 2021?

Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso medio è Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione di poco superiore al 10%. Le cose non vanno decisamente meglio quando si confrontano le quotazioni attuali con il fair value calcolato con il metodo del discounted cash flow oppure si utilizzano i multipli di mercato per valutare il titolo. In questo casi, infatti, le azioni ENEL sono sopravvalutate o in linea con le attuali quotazioni.

Quali sono i mesi rialzisti per il titolo?

Nella figura seguente è riportato per ciascun mese dell’anno la probabilità che la chiusura sia superiore all’apertura mensile. La percentuale media indicata è calcolata su tutti gli anni che vanno dal 2008 al 2020.

Notiamo subito una cosa, non ci sono mesi durante i quali è più probabile che la chiusura sia superiore all’apertura. Solo per il mese di luglio questa probabilità è del 69%. Viceversa c’è il mese di febbraio che ha una probabilità molto piccola (33%) che il mese chiuda sopra il prezzo di apertura. Per gli altri mesi siamo intorno a valori del 50% che, quindi, non sono di aiuto per il trading.

enel

ENEL riuscirà a ripetere l’ottimo 2020 anche nel corso del 2021? I livelli da monitorare secondo l’analisi grafica e previsionale

ENEL  (MIL:ENE)  ha chiuso la seduta del 29 dicembre a quota 8,276 euro in ribasso dello 0,83%% rispetto alla chiusura precedente.

La proiezione in corso è rialzista e ha quasi raggiunto il suo II obiettivo di prezzo in area 8,73 euro. Come già successo a inizio 2020 il raggiungimento di questo livello ha provocato un ritracciamento che, però, ha trovato un forte supporto in area 6,46 euro.

Per il 2021, quindi, la strada è al rialzo con obiettivo in area 11 euro. Un chiaro segnale in tal senso si avrebbe con una chiusura trimestrale superiore a 8,73 euro. Nel caso in cui, invece, si riscontrassero difficoltà nel superamento di questo livello potremmo assistere a ritracciamenti fino in area 6,46 euro con supporto intermedio in area 7,34 euro. Solo una chiusura trimestrale inferiore a 6,46 euro farebbe definitivamente accantonare lo scenario rialzista.

enel

ENEL: proiezione rialzista in corso sul time frame trimestrale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

L’ultima settimana del 2020 sarà decisiva per capire il futuro del Ftse Mib Future

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te