ENEL potrebbe essere in procinto di ritracciare prima di un nuovo allungo al rialzo?

Come si vede chiaramente dai grafici di breve e medio periodo ENEL potrebbe essere in procinto di ritracciare prima di un nuovo allungo al rialzo. Si potrebbero, quindi, creare le condizioni per un l’acquisto di questo titolo azionario che ha sempre dato grosse soddisfazioni ai suoi azionisti. Basti pensare che nell’ultimo anno ha avuto un rendimento (compreso i dividendi) dell’11%, mentre negli ultimi cinque anni del 180%, per un rendimento medio di oltre il 35%.

Le raccomandazioni degli analisti ci dicono che il consenso medio è Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 15% circa.

ENEL potrebbe essere in procinto di ritracciare prima di un nuovo allungo al rialzo: le indicazioni dell’analisi grafica

ENEL  (MIL:ENE)  ha chiuso la seduta del 22 gennaio a quota 8,345 euro in ribasso dello 1,35%% rispetto alla chiusura precedente.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Time frame giornaliero

Il grafico riportato qui di seguito è abbastanza complesso, ma cerchiamo di analizzarlo con attenzione. Le quotazioni dopo aver raggiunto il III obiettivo di prezzo della proiezione rialzista (linea continua) in area 8,5 euro hanno ritracciato come da attese. È, quindi, scattata la proiezione ribassista in corso (linea rossa tratteggiata) che ha raggiunto il suo I obiettivo di prezzo in area 8 euro. Dopo di che c’è stato un rimbalzo.

Le strade adesso sono due: o si rompe in chiusura di giornata area 8 euro e si prosegue verso gli altri obiettivi indicati in figura oppure si rompe area 8,535 euro e si parte verso nuovi massimi in area 9,32 euro.

Decisive, quindi, saranno le prossime sedute.

ENEL

ENEL: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame settimanale

Nel medio/lungo periodo la tendenza è rialzista e gli obiettivi al rialzo sono molto ambiziosi. Chiudere una settimana sopra area 9,48 euro aprirebbe le porte a una continuazione del rialzo fino in area 12,4 euro, prima, e 15,2 euro, poi.

Viceversa, la rottura in chiusura di settimana di area 8,21 euro farebbe scattare una proiezione ribassista verso gli obiettivi indicati in figura dalle linee tratteggiate. Che questo possa essere lo scenario favorito si evince dal segnale ribassista dello Swing Indicator generato alla chiusura del 22 gennaio.

ENEL

ENEL: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

ENEL riuscirà a ripetere l’ottimo 2020 anche nel corso del 2021?

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te